Home / Coppa Italia / Napoli-Lazio 1-0

Napoli-Lazio 1-0

Insigne elimina i biancocelesti

Napoli-Lazio 1-0

Il Napoli ha battuto 1-0 la Lazio e si è qualificato alla semifinale di Coppa Italia. Gli azzurri di Gattuso hanno lasciato alle spalle la crisi in campionato, passando subito in vantaggio con un'azione personale di Insigne al 2'. La reazione della Lazio ha portato al rigore sbagliato da Immobile al 9', prima delle espulsioni di Hysaj e Leiva. Due i pali del Napoli con Milik e Rui, traversa di Immobile e palo di Lazzari per i biancocelesti.

LA PARTITA

Il Napoli ha ritrovato tifosi e vittoria in una serata di Coppa Italia incredibile. Gli azzurri di Gattuso sono passati in semifinale battendo 1-0 ed eliminando la Lazio detentrice del titolo al termine di una sfida ricca di colpi di scena, tra espulsioni, gol annullati e pali che fino all'ultimo hanno tenuto la contesa più aperta e viva che mai. Alla fine ha deciso il dettaglio, o meglio, ha deciso la giocata di Insigne a inizio partita, trascinatore del Napoli anche con l'atteggiamento in campo mentre dall'altra parte Immobile, più sfortunato che mai, per una sera è stato tradito dal suo istinto del gol. Il ruggito del San Paolo, tornato a cantare e ad incitare la squadra dopo uno sciopero di tre mesi, ha dato la scossa fin da subito a una squadra malata, scesa in campo per dimostrare coi fatti di non essere quella (non) ammirata negli ultimi mesi, e mai con Gattuso. Detto, fatto: al primo tentativo Insigne ha trovato il gol con un'azione personale sulla sinistra, lasciando sul posto Luiz Felipe e infilando in porta un diagonale all'angolino. La reazione della Lazio però non si è fatta attendere, ma l'occasione più ghiotta dagli undici metri è stata divorata da Immobile che, scivolando, ha mandato alle stelle un rigore. Da lì il festival delle ingenuità: al 18' Hysaj con un intervento scellerato (già ammonito) si prende l'espulsione che costringe Gattuso a rivedere i piani di battaglia; poi al 25' Leiva, dall'altra parte, dopo un fallo inesistente fischiatogli contro, si è preso un rosso mandando a quel paese platealmente l'arbitro e regalando alla sfida l'equilibrio numerico. In dieci contro dieci il pallino è rimasto in mano alla Lazio, con il Napoli schierato con un prudente 4-4-1 da Gattuso coperto nella propria metà campo alla ricerca di ripartenze che poche volte hanno disturbato la retroguardia laziale. Nel finale è successo di tutto: due gol annullati alla Lazio (Immobile e Acerbi), ma soprattutto la sagra del "legno" con alternanza precisa. Al 70' Milik di testa colpisce il palo con la complicità di Strakosha, poi all'84' il destro di Immobile si scontra con la traversa; pochi secondi dopo Mario Rui ha rischiato l'eurogol trovando l'incrocio dei pali e a due minuti dal termine il destro di Lazzari dal limite, deviato, si è stampato sul palo. Tanto rumore per nulla, alla fine in semifinale ci è andato il Napoli di Gattuso per la disperazione di Simone Inzaghi.

LE PAGELLE

Insigne 7 - Infiamma il San Paolo alla prima azione: una folata sulla sinistra con tanto di dribbling su Luiz Felipe e diagonale vincente. Partita di sacrificio sulla fascia per tutto il secondo tempo, miglior risposta alle critiche recenti. Demme 6,5 - Ordine e visione di gioco in mezzo al campo. Fa cose semplici e le fa bene, consegnando piedi sicuri in uscita ai compagni.

Hysaj 4 - Due falli, due ammonizioni e un cartellino rosso. Il tutto in diciotto minuti. Espulsione ineccepibile, ma l'ingenuità in occasione del secondo fallo è da mani nei capelli e manda in tilt la tattica studiata da Gattuso.

Immobile 5,5 - Il rigore sbagliato è da "Le comiche", gesto tecnico sfortunato che fotografa una serata storta per il bomber biancoceleste. Per lui anche un errore di testa da buona posizione, un gol (giustamente) annullato e una traversa che grida vendetta nel finale.

Leiva 4 - Ingenuità pari (se non peggio) a quella di Hysaj. Con la squadra sotto nel punteggio e in superiorità numerica per più di 70 minuti, si prende un cartellino rossono pochi minuti dopo l'avversario per una protesta plateale contro l'arbitro. Avrebbe ragione sul fallo, ma il vaffa è da rosso.

Milinkovic-Savic 5,5 - Primo tempo in sordina, fuori dalle trame di gioco della Lazio. Meglio nella ripresa quando sfrutta il fisico da attaccante aggiunto, ma non trova mai la giocata decisiva.

IL TABELLINO NAPOLI-LAZIO 1-0

Napoli (4-3-3): Ospina 6; Hysaj 4, Manolas 6, Di Lorenzo 6, Mario Rui 6,5; Lobotka 6 (22' Luperto 6), Demme 6,5, Zielinski 6; Callejon 6 (23' st Elmas 6), Milik 6, Insigne 7 (37' st Ruiz sv). A disp.: Karnezis, Meret, Tonelli, Leandrinho, Llorente, Lozano. All.: Gattuso 6.

Lazio (3-5-2): Strakosha 5,5; Luiz Felipe 5, Acerbi 5,5, Radu 6 (24' st Patric 6); Lazzari 6, Parolo 5, Leiva 4, Milinkovic-Savic 5,5, Lulic 5,5 (36' st Jony sv); Immobile 5,5, Caicedo 5 (9' st Correa 5,5). A disp.: Guerrieri, Proto, Anderson, Bastos, Vavro, Berisha, Minala, Anderson, Adekanye. All.: Inzaghi 5,5.

Arbitro: Massa

Marcatori: 2' Insigne

Ammoniti: Acerbi, Leiva (L) Espulsi: 18' Hysaj (N) per somma di ammonizioni; 24' Leiva (L) per proteste

BIANCONERI IN TV

I cugini di Gran Bretagna

Conferenze stampa

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi