Home / Coppa Italia / Coppa Italia: i risultati

Coppa Italia: i risultati

Passano Torino, Spezia, Spal e Brescia

Coppa Italia: i risultati

Il Torino rischia nel primo tempo, contro un Palermo voglioso e affamato, ma passa il turno nei 32esimi di Coppa Italia. Le parate di Milinkovic-Savic e le grandi giocate del neoacquisto Radonjic sono decisive per i padroni di casa, che vincono 3-0 e sfideranno il Cittadella. Empoli beffato nei supplementari: i toscani, neutralizzati in più occasioni da Alfonso, subiscono la rete della sconfitta nell'ultimo minuto dell'extra-time: è 2-1.

TORINO-PALERMO 3-0  
Un Torino a due volti, con qualche difficoltà nel primo tempo e una ripresa di alto livello, passa il turno in Coppa Italia ed elimina il Palermo, che domani accoglierà Eugenio Corini come nuovo allenatore. L'avvio del match è di marca rosanero, con Brunori decisamente ispirato: l'attaccante, miglior realizzatore italiano nell'anno solare, costringe Milinkovic-Savic a una grande parata. Palermo potenzialmente vicino al gol al 16', ma Elia calcia male. Il Toro fatica a fornire palloni buoni a Sanabria, ma ha in Radonjic la sua luce: il serbo, ex Olympique Marsiglia, sfiora il gol in due occasioni e fornisce palloni interessanti ai compagni. Uno scenario che si ripete nella ripresa, dopo un brivido iniziale causato da Floriano (para Milinkovic): è proprio Radonjic a ispirare la rete di Lukic, che insacca in tap-in l'1-0 al 54'. L'esterno offensivo si vede annullare dal Var la rete personale cinque minuti più tardi, ma riesce subito a rifarsi: colpo di testa vincente e raddoppio granata al 73', con esultanza polemica nei confronti dell'arbitro. Genio e sregolatezza per Radonjic. Efficacia immediata invece per Pellegri: l'ex Genoa e Milan entra e insacca il 3-0 su assist di Singo (79'). La partita è indirizzata e il Toro deve solo limitarsi a controllare la palla: tris al Palermo, ai sedicesimi incontrerà il Cittadella. In palio, l'ottavo di finale contro il Milan campione d'Italia.

EMPOLI-SPAL 1-2 dts
Grande equilibrio nell'altra sfida della serata, con la Spal che beffa l'Empoli nell'ultimo minuto dei tempi supplementari. La gara, molto tattica in avvio, si sblocca alla mezz'ora: Bajrami sfiora il gol con un ottimo diagonale, deviato in corner da Alfonso. Il portiere dei ferraresi, cresciuto nelle giovanili dell'Inter, è l'eroe dei suoi e al 39' evita l'autorete di Arena, che era intervenuto per anticipare Destro. La prima occasione degli ospiti arriva al 59': l'ex La Mantia si trova a tu per tu con Vicario, ma spara alto. Errore anche per Zanellato, con un tiro a giro impreciso, mentre l'Empoli continua ad impegnare Alfonso: il portiere è nuovamente impeccabile su Bajrami. Il muro della Spal cede all'80' e solo con un tap-in: l'estremo difensore biancazzurro respinge ancora sulla conclusione del numero dieci toscano, ma il neoacquisto Cambiaghi è lesto a ribadire in rete. 1-0 Empoli, che dura solo due minuti: un tiro a giro di Dickmann fulmina Vicario ed è tutto da rifare per i padroni di casa. Il Castellani spinge i suoi beniamini e Parisi sfiora il gol nel recupero, ma si va ai supplementari, dove i toscani sfiorano il gol con Baldanzi e protestano per un possibile rigore. L'Empoli conduce le danze nell'extra-time, nonostante i tanti giovani della prolifica Primavera toscana in campo, ma al 120' arriva la beffa: Arena insacca di testa il 2-1 della Spal. Sono quindi i ferraresi a passare il turno, vincendo in rimonta. Ora attendono la vincente di Genoa-Benevento.

Spezia e Brescia volano entrambe ai sedicesimi di finale di Coppa Italia. I liguri vincono 5-1 contro il Como. Decidono il match la doppietta di Nzola, il rigore di Verde e le reti di Strelec e Daniel Maldini. Per i lariani a segno Blanco. Nell’altra gara, i bresciani s’impongono 4-1 sul Pisa in rimonta grazie all’autogol di Nicolas (25’) e alle marcature di Ayè (61’), Ndoj (72’) e Bianchi (94’). A nulla vale il vantaggio toscano di Masucci.

SPEZIA-COMO 5-1
Allo stadio Alberto Picco, nel match valido per i trentaduesimi di Coppa Italia, ha la meglio lo Spezia che stende il Como 5-1 e vola alle fasi successive della competizione. I primi 45 minuti regalano diverse occasioni da entrambe le parti: con Cerri il più pericoloso per i lombardi e Verde per i bianconeri. Poco prima dell’intervallo, però, i padroni di casa trovano il vantaggio con Nzola (43’). L’attaccante angolano si libera di Cagnano e batte Ghidotti con un pallonetto preciso. Al rientro in campo i comaschi trovano la rete del pareggio con Blanco al 55’: Parigini mette in mezzo un buon pallone per l’attaccante spagnolo, che di prima intenzione buca la porta avversaria. La reazione degli uomini di Gotti è immediata: Kabashi mette a terra in area Caldara e l’arbitro indica gli undici metri. Dal dischetto va Verde che non sbaglia e porta in avanti lo Spezia. A siglare il tris è il neoentrato Strelec al 71’ con una deviazione vincente sottomisura. I liguri dilagano e segnano con un altro calcio di rigore: Nzola dal dischetto non sbaglia (tocco con il comito di Binks). Nel finale arriva anche la rete di Daniel Maldini (89’), con un altro gol fotocopia: Reca scappa via sulla sinistra e il centrocampista in prestito dal Milan insacca a pochi metri dalla porta.

 PISA-BRESCIA 1-4
L’anticipo di Serie B all’Arena Garibaldi se lo aggiudica alla fine il Brescia, che batte 4-1 il Pisa e vola ai sedicesimi di Coppa Italia. In Toscana, il risultato si sblocca al 19', quando i toscani passano in vantaggio grazie al colpo di testa di Masucci che sfrutta la traversa colpita dal compagno di squadra Mastinu. Al 25', i lombardi pareggiano con Ndoj: il centrocampista bresciano batte una punizione potente che finisce prima sulla schiena di Nicolas e poi in rete: 1-1. La rimonta della formazione di Clotet Ruiz si concretizza all’inizio della ripresa: Ayè, al 61’, sfrutta un assist al bacio di Moreo e concretizza il tap-in vincente a porta vuota. Ndoj sigla il tris dopo un’azione corale di squadra al 72’. Chiude definitivamente il match la rete di Bianchi nei minuti di recupero. Ai sedicesimi il Brescia troverà proprio lo Spezia.

Vita da Club

Primavera e giovanili

I cugini di Gran Bretagna

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio