Home / Conferenze stampa / Nestorovski: Sono qui per fare gol

Nestorovski: Sono qui per fare gol

Presentato il neo acquisto bianconero

Nestorovski: Sono qui per fare gol

E' stato presentato oggi nella sala stampa dello stadio Friuli Ilija Nestorovski, attaccante macedone prelevato dal Palermo. Il Dg Collavino lo ha introdotto assieme a Pierpaolo Marino.

Collavino ha spiegato che "abbiamo superato quota 13mila abbonati e abbiamo superato il numero di abbonati della passata stagione. Siamo molto soddisfatti e desidero ringraziare i tifosi per la fiducia che ci hanno accordato. Per questo la campagna abbonamenti è prolungata dal 12 al 21 agosto". 

Marino afferma che "Nestorovski ha familiarità con la sublimazione del calcio e del gol. Io ho sempre parlato di programmazione, della necessità di aggiungere gol a quelli dell'anno scorso. Lui li viene a portare. Mi sono sempre chiesto come mai sia rimasto due anni in serie B, lo chiedevo anche a lui. Ha già fatto vedere nelle amichevoli ciò che può fare".

Nestorovski: "Ringrazio i direttori per le belle parole. Voglio dire che sono contento di essere qua. Ringrazio la mia famiglia e la società per avermi dato fiducia. La ripagherò nell'unico modo che conosco, fare gol".

Tu sei un attaccante vecchio stampo: "So giocare bene con  la palla, non sono un centravanti di vecchio tipo. So fare gol ma anche giocare a calcio. Sono un uomo d'area, un centrale".

Cosa ti ha chiesto Tudor? "Mi ha detto di allenarmi al massimo, mi ha detto ciò che vuole da me. Gli attaccanti all'inizio non hanno tanta esperienza, e spesso sbagliano sotto porta. Poi imparano ad essere più calmi sotto porta".

Cosa ti ha convinto della chiamata dell'Udinese? Vuoi arrivare in doppia cifra? "Io volevo riportare il Palermo in A. Quando l'Udinese mi ha chiamato, per me è stata da subito la prima scelta".

Marino: "E' vero, aveva altre proposte, ma è stato coerente con gli impegni presi con noi".

Eri già stato vicino all'Udinese? "Non penso al passato, guardo al futuro. Conosco i giocatori perchè seguo sempre il calcio, vivo per il pallone".

Che idea hai dell'Udinese? "I giocatori sono forti, lo devono solo dimostrare in campo".

L'Udinese per te è il salto di qualità "Sì, è un salto di qualità. Voglio ripagare la fiducia della società".

Preferisci giocare da solo in avanti o con un compagno? "Mi trovo bene con tutti, poi dipende solo dal mister con chi gioco".

Jajalo ti è stato d'aiuto qui: "Conta tanto la sua presenza qui. Li mi ha subito agevolato l'inserimento assieme a Perica".

Ora il reparto è completo? Marino risponde: "Il reparto non è più povero. Ci sono dei giocatori abbastanza abituati alla doppia cifra, siamo in linea con il nostro progetto iniziale di aggiungere gol allo score di questa Udinese. Credo che questi ragazzi sapranno passare dalla teoria alla pratica, superando lo score di 37 gol dello scorso anno. Non siamo riusciti a segnare nemmeno un gol a partita: con questo potenziale dobbiamo migliorarlo. Per me le amichevole non contano niente, ma anche da alcuni segnali le sensazioni fanno pensare che ci sia maggiore capacità di andare in gol. Ho molta fiducia in questi ragazzi: mi danno positività e sono molto fiducioso nei correttivi e nel lavoro di Tudor. Oggi c'è qui Walace per fare le visite mediche: siamo ad un passo dal nuovo acquisto. Faremo ancora qualcosa, e poi alla società non si potrà rimproverare granchè."

Il 30, perchè? "L'ho scelto anche a Palermo, continuo così. Voglio continuare quest'anno in doppia cifra, come gli ultimi anni".

Conferenze stampa

Vita da Club

I cugini di Gran Bretagna

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi