Home / Conferenze stampa / Gotti:"Nel calcio di oggi certi errori li paghi. Il rammarico è il risultato"

Gotti:"Nel calcio di oggi certi errori li paghi. Il rammarico è il risultato"

L'allenatore bianconero dopo la sconfitta con il Torino

Gotti: Nel calcio di oggi certi errori li paghi. Il rammarico è il risultato

Luca Gotti in conferenza stampa e al canale ufficiale dopo la sconfitta contro il Torino:" Sono molto rammaricato soprattutto per il risultato, sapevamo che la partita sarebbe stata combattuta e intensa e ci sarebbero stati degli episodi determinanti, perciò ho scelto una formazione con gente potenzialmente capace di risolvere gli episodi a proprio vantaggio, sono soddifatto dell'atteggiamento della squadra, della prestazione di qualche giocatore ma poco soddisfatto della prestazione di qualcun'altro. Nel primo tempo il Toro fa gol poi noi abbiamo una grande occasione con Pussetto e gli episodi si riequilibrano. Nella ripresa partiamo e subito concediamo un regalo su un episodio che nasce da un calcio d'angolo, viene fuori una mischia e andiamo sul doppio svantaggio. Poi per 10 minuti abbiamo perso le misure fino a quando abbiamo cercato di cambiare la partita con le sostituzioni, il cambio di modulo, decidendo di dare una direzione tecnico-tattica diversa alla fase finale della gara. Deulofeu? E' stato meno incisivo nel creare superiorità numerica, ma se fai un errore come capita, questo cambiamento del calcio che porta a giocare in zone del campo dove è pericoloso commettere errori, ti porta qualche volta ad uscire bene ma qualche volta l'errore lo paghi come è successo oggi, inoltre non abbiamo concretizzato 4-5 palloni sui quali devi fare gol, l'occasione di Beto che ci arriva prima del portiere o fai gol o il portiere ti viene addosso. Silvestri ha fatto zero parate, il Torino ha segnato, ha tirato due volte verso la porta, il loro portiere è stato fondamentale. Purtroppo crei e vai a casa senza punti".

Al canale ufficiale:"Abbiamo sofferto di più quando da un nostro errore che concede il calcio d'angolo siamo andati in doppio svantaggio, poi nella situazione di doppio vantaggio il Torino è andato al tiro in due occasioni, a noi ci sono voluti 10 minuti per cambiare la direzione tecnico-tattica alla partita,  saltando il gioco avversario tra le linee, poi siamo cresciuti nel momento del gol di Forestieri. Volevo far giocare sia Pereyra che tre attaccanti puri, a me Pereyra piace molto in mezzo al campo perchè pulisce i palloni sporchi, legge bene le seconde palle, pensavo che fossero caratteristiche importanti per la partita di oggi, ma il nostro gioco ci ha portati ad essere distanti dalla palla e lui non è riuscito a fare il suo lavoro, poi è andato meglio quando l'ho alzato di 20 metri. Ogni partita è importante e deve portare punti, adesso ci sono 7 partite che possono dare una classifica e una serenià diverse e quindi potremo permetterci cose diverse dal passato, stasera abbiamo avuto 4-5 occasioni grosse per pareggiare, invece veniamo a casa senza punti e con una partita in meno verso la pausa di Natale". 

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

I cugini di Gran Bretagna

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi