Home / Conferenze stampa / Cioffi:"La squadra non ha perso equilibrio rimanendo concentrata"

Cioffi:"La squadra non ha perso equilibrio rimanendo concentrata"

"Sono felice per Nuytinck che ho penalizzato"

Cioffi: La squadra non ha perso equilibrio rimanendo concentrata

Gabriele Cioffi in conferenza stampa e ai media bianconeri dopo il pareggio contro il Sassuolo.

È sempre più la sua Udinese?: "Dico bravi ai ragazzi, a tutti, chi ha giocato e chi no. Chi è entrato ha cambiato la gara, a uno che andava forte ne è entrato uno che andava più forte, dunque bravi tutti".

È stato messo un tassello in più per la prossima stagione?: "Io sono molto felice di stare a Udine, credo non sia nemmeno il momento di parlare del mio futuro perché ci spettano due gare difficili. Un passo alla volta, io sono fatto così. La società sa dove sono, io so dove sono".

La mettono in imbarazzo i paragoni con i predecessori?: "Sì perché io ho fatto un percorso di 6 mesi, loro hanno fatto la storia del club, è chiaro che mi mette a disagio e mi imbarazza. Quanto fatto è merito della squadra e del supporto che ho avuto. Questi risultati sono il frutto di tutti".

La testa libera incide?: "Non vedo una squadra con la testa libera, lavora in settimana per fare punti. Noi abbiamo la testa piena, probabilmente la testa libera è una sensazione all'esterno, ma la prova di oggi lo dimostra: non vedo differenze tra questa Udinese e quella di 3-4 partite fa, prima che ci salvassimo".

Ai media bianconeri:"Probabilmente la voglia di vincere nel primo tempo ci ha tolto equilibrio. La difesa è stata meno solida, abbiamo lasciato troppo spazio al Sassuolo, ma siamo rimasti in partita e abbiamo fatto quello che in settimana abbiamo preparato. Il pareggio è giusto e sono felice che abbia segnato un giocatore che ho penalizzato. Nuytinck? Non credo di sbagliarmi dicendo che ho sostituito giocatori che andavano forte e ho messo gente che è andata fortissimo. La rabbia positiva di oggi servirà per la prossima partita. La certezza della squadra è che la strada è giusta, la mentalità del lavoro paga, credo che l'esempio sia Nestorovski che con me ha fatto solo qualche minuto, oggi è entrato e ha fatto benissimo. Makengo? Non parliamo dei singoli, oggi c'è stata mentalità, non abbiamo perso equilibrio, siamo rimasti concentrati, noi la testa ce l'abbiamo piena e vogliamo il massimo dalle prossime due partite".

I cugini di Gran Bretagna

Primavera e giovanili

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi