Home / Conferenze stampa / Beto: "Qui per fare tanti gol, voglio aiutare la squadra"

Beto: "Qui per fare tanti gol, voglio aiutare la squadra"

Soppy: "Gotti mi ispira fiducia, è uno che aiuta i giovani"

Beto:  Qui per fare tanti gol, voglio aiutare la squadra

Presentati oggi in casa Udinese i due ultimi nuovi acquisti: Brandon Soppy e Beto. Assistiti dall'interprete, i due si sono presentati con le prime parole da giocatori dell'Udinese.

Accanto a loro il Dt Pierpaolo Marino che ha preso per primo la parola: "Sono felicissimo di dare il benvenuto a due giocatori di grandissima caratura e spessore che siamo riusciti a portare a Udine. Un attaccante e un terzino che in prospettiva e già adesso faranno le fortune della nostra squadra. Seguivamo Beto da tempo, si era fatto notare in Portogallo sin da giovane:è un attaccante moderno, di gran fisico ma veloce. Una sorta di panteron, ha uno straordinario attacco alla porta. Con noi potrà fare grandissime cose. Soppy è un ragazzo che ha già le caratteristiche di un giocatore fatto. Può dare subito un contributo alla prima squadra, anche se gli daremo tutto il tempo di ambientarsi in questo campionato. Nello scatto mi ricorda Edgar Davids, per la potenza fisica nell'accelerazione che sulla fascia lo rende devastante. Sono due ragazzi importantissimi".

BRANDON SOPPY - "Sono molto contento per la fiducia che avverto in me. La mia dote principale? La tecnica e la velocità, ma soprattutto i contrasti, sia offensivo che difensivo. Molina? So che c'è concorrenza, sono tutti bravi. Mi dovrò conquistare il posto, ma va bene così: nel calcio la concorrenza stimola e aiuta a dare il meglio. Chi mi ha colpito qui? De Maio, perchè è un grande lavoratore ed è molto serio. Mi dà molti consigli in campo e in allenamento. Lo considero un fratello maggiore su cui contare. Penso che il campionato italiano sia molto fisico, con molti contrasti. L'Udinese gioca bene, ha elementi di ottimo livello. Credo che questa stagione sarà positiva, faremo molto bene. Il campionato italiano mi aiuterà a crescere a livello difensivo. Udine e i tifosi? Penso che Udine sia una bella città, calma. Questo aiuta a concentrarsi nel lavoro. I tifosi sono molto attivi sui social, non vedo l'ora di conoscerli allo stadio. Gotti? Mi ha fatto un'ottima impressione, soprattutto mi ha dimostrato di essere molto felice del mio arrivo. Mi sembra aperto ad aiutare i giovani, mi ha dato piena disponibilità".

BETO - "Ho caratteristiche diverse da altri, rare, perchè abbino fisico a velocità, ma so di poter fare bene grazie all'aiuto dei compagni che mi hanno già accolto bene. Mi sono trovato subito molto bene con tutti. Sono sicuro di trovarmi bene e di poter stare bene con la squadra. Il fatto che mi seguissero da tempo mi fa sentire importante e mi dà molta fiducia. A chi mi ispiro? Il mio primo idolo è stato Eto', ma anche Drogba, Lukaku, Levandovski. Cerco di apprendere da loro. I miei compagni di reparto? Sono impaziente di giocare con compagni con tanta qualità. Penso di potermi integrare bene con loro per lo stile di gioco e la loro qualità: penso potrò avere assist ed esprimere al meglio le mie qualità. Il mio obiettivo? La serie A è completamente differente dal campionato portoghese. E' vero che là ho fatto tanti gol, ma mi dovrò adattare qui. E' chiaro che il mio primo obiettivo sia fare tanti gol e aiutare la squadra. I tifosi? So solo che i tifosi giocano al Fantacalcio, hanno fiducia in me, sono orgoglioso di questo. Gotti mi ha detto di stare tranquillo, di lavorare duramente perchè con la qualità che c'è in attacco sarà facile per me adattarmi e fare una buona stagione. Penso sia un tecnico con ottime idee di gioco, personalità. Credo abbia una idea di gioco ben precisa, che per noi è importante come riferimento".

BIANCONERI IN TV

Blog bianconeri

I cugini di Gran Bretagna

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi