Home / Champions League / Al Real Madrid la Champions League

Al Real Madrid la Champions League

Battuto il Liverpool 0-1

Al Real Madrid la Champions League

Il Real Madrid è campione d'Europa per la 14a volta nella sua storia. Nella finale di Parigi, la squadra di Ancelotti ha battuto 1-0 il Liverpool, grazie a un gol di Vinicius Junior al 59' su tiro-cross di Valverde. Il brasiliano è l'uomo copertina dei Merengues insieme al portiere Courtois, che con una serie di parate miracolose prima ha tenuto in vita i suoi, poi ha difeso il gol di vantaggio fino al triplice fischio. Ancelotti nella leggenda: nessuno ha mai vinto prima 4 volte il trofeo.

LA PARTITA

Come quattro anni fa a Kiev, è ancora il Real Madrid a spuntarla sul Liverpool e ancora una volta un portiere è il grande protagonista. Se allora i Reds vennero traditi da Karius, autore di due papere clamorose nel 3-1 finale, stasera Courtois è l'eroe in casa merengue insieme all'autore del gol Vinicius Jr. Il belga ha parato tutto il possibile, ha tenuto in piedi i suoi in un primo tempo dominato dagli inglesi e, una volta sbloccato il risultato, ha salvato più volte i suoi compagni, come mai prima un estremo difensore in una finale. Gli spagnoli chiudono nel migliore dei modi una straordinaria cavalcata che li ha visti in precedenza far fuori PSG, Chelsea e Manchester City, ma gli applausi vanno anche al Liverpool, premiato da tutte le statistiche (23 tiri a 3 e 70 azioni offensive contro 24) ma condannato da un risultato che lascia parecchie recriminazioni, perché i Reds hanno giocato meglio e sono stati beffati al primo vero tiro nello specchio della porta: Klopp dal possibile storico Quadruple chiude la stagione con sole due coppette, la FA Cup e la Carabao Cup. Il Real si conferma tabù per un Liverpool che ha perso 5 degli ultimi 6 confronti. Klopp recupera Fabinho e Thiago Alcantara che vanno a formare il terzetto di centrocampo completato da Henderson. In difesa Konaté vince il ballottaggio con Matip, mentre in attacco Luis Diaz è preferito a Diogo Jota accanto gli intoccabili Salah e Mané. Nessun dubbio per Ancelotti, che sceglie Valverde nel tridente con Benzema e Vinicius Jr. Dopo un quarto d'ora di fase di studio, il Liverpool prende il sopravvento e il Real deve ringraziare, come in altre occasioni in questa Champions, un fantastico Courtois: il portiere belga è reattivo sul destro da pochi passi di Salah (16') e si salva con l'aiuto del palo 5' dopo sulla botta di Mané. I merengues non riescono mai a ripartire in verticale, lasciando il pallino costantemente nei piedi dei Reds, che collezionano altre occasioni con Fabinho, Salah, Mané e Henderson. Nell'unica occasione in cui gli spagnoli scavalcano la linea difesiva avversaria, gli inglesi tremano: al 43' Benzema scatta sul filo del fuorigioco, sorprendendo i due centrali, Alisson e Konaté pasticciano, la palla arriva a Valverde contrato da Fabinho e dallo stesso centrale ex Lipsia, poi il pallone torna al bomber francese che segna ma è in fuorigioco. Il gol viene annullato e dopo diversi minuti il Var conferma la decisione del guardalinee. Le statistiche della prima frazione dicono 10 tiri a 1 per il Liverpool, dati che confermano la grande superiorità anche se lo spavento corso nel finale non può far stare tranquilli Van Dijk e compagni. Anche la ripresa si apre con il Liverpool in attacco, ma il Real si ripresenta in campo con un po' più di coraggio e soprattutto cinismo, quello che gli ha permesso di arrivare fino a qua. Così al primo tiro in porta, gli spagnoli passano al 59': tiro-cross di Valverde che trova Vinicius, il brasiliano sbuca alle spalle di Alexander Arnold e batte Alisson. Il popolo madridista esplode sugli spalti del Saint Denis. Una volta sbloccato il match, ci pensa Courtois a resistere agli assalti di un Liverpool che nel frattempo si gioca anche le carte Diogo Jota e Firmino. Al 64' il numero 1 belga vola sul sinistro a giro di Salah e dopo 5' salva ancora di piede sull'egiziano dopo una torre di Diogo Jota. Dopo una respinta sul tap-in del portoghese, prosegue il duello tra i due e all'82' ancora una volta la spunta l'ex Chelsea con la migliore parata della serata dopo Salah aveva lasciato sul posto Mendy. Il Real spreca una paio di contropiedi, ma non cambia nulla. E al triplice fischio di Turpin Ancelotti e i suoi ragazzi scrivono un'altra incredibile pagina di storia del calcio mondiale.

LE PAGELLE

Van Dijk 6,5 - L'olandese annulla Benzema e si conferma un muro invalicabile. Dalle sue parti non si passa mai, ma non basta per alzare al cielo la Champions.

Salah 6,5 - Quattro anni un intervento di Sergio Ramos lo aveva costretto a uscire dopo pochi minuti, stasera ci prova in tutti i modi ma sbatte contro un Courtois stratosferico. Cinque le occasioni create, ma non era serata.

Alexander-Arnold 5 - Meno preciso nei cross, ha sulla coscienza il gol di Vinicius che gli sbuca alle spalle e segna il gol che decide la finalissima di Parigi.

Courtois 9 - Il voto è figlio di altrettante parate, alcune davvero miracolose come nel primo tempo su Mané (con l'aiuto del palo) e nella ripresa su Salah per ben due volte.

Vinicius Jr 7 - Nel primo tempo non riesce mai a rendersi pericoloso, nella ripresa ha il merito di trovare la zampata vincente. Prezioso anche in fase difensiva.

Benzema 5,5 - Lavora tanto per la squadra, ma stasera è la controfigura del bomber implacabile ammirato sin qua. Un gol annullato per fuorigioco nel finale del primo tempo e stop. Il Pallone d'Oro, comunque, non gli sfuggirà vista la stagione fantastica.

IL TABELLINO LIVERPOOL-REAL MADRID 0-1

Liverpool (4-3-3): Alisson 6, Alexander-Arnold 5, Konaté 6, Van Dijk 6,5, Robertson 5,5, Henderson 5,5 (32' st Keita 5,5), Fabinho 6, Thiago Alcantara 5,5 (32' st Firmino 5,5), Salah 6,5, Mané 6, Luis Diaz 5,5 (20' st Diogo Jota 5,5). A disp.: Kelleher, Milner, Keita, Gomez, Oxlade-Chamberlain, Jones, Minamino, Tsimikas, Matip, Elliott. All.: Klopp 6

Real Madrid (4-3-3): Courtois 9; Carvajal 6,5, Militao 6,5, Alaba 6, Mendy 6; Modric 6,5 (45' st Ceballos sv), Casemiro 7, Kroos 6; Valverde 6,5 (40' st Camavinga sv), Benzema 5,5, Vinicius Jr 7 (48' st Rodrygo sv). A disp.: Lunin, Nacho, Hazard, Asensio, Marcelo, Lucas Vazquez, Bale, Isco, Mariano Diaz. All.: Ancelotti 6,5

Arbitro: Turpin (Francia)

Marcatori: 14' st Vinicius Jr (R)

Ammoniti: Fabinho (L)

Espulsi: - Note: -

Conferenze stampa

Vita da Club

I cugini di Gran Bretagna

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi