Home / Calcio / FUTSAL SERIE B - Reti bianche nel derby Udine City-Palmanova

FUTSAL SERIE B - Reti bianche nel derby Udine City-Palmanova

Le due compagini non si fanno male al Palacus

FUTSAL SERIE B - Reti bianche nel derby Udine City-Palmanova

Derby senza vincitori quest’oggi al PalaCUS. L’Udine City, rimaneggiata negli uomini a causa delle squalifiche di Ianesi, Chtioui e Barile e con un Sirok aggregato per fare gruppo, riesce a non scomporsi, a reggere l’urto e a strappare un punto che rallenta la corsa playoff ma fa tanto, tantissimo morale. Nel primo tempo, in realtà, sono gli udinesi a farsi preferire: l’eterno Goranovic, oggi nella veste di pivot, controlla e smista palloni per le incursioni di Turolo, Zaami e Martinez Rivero, ma manca precisione sottoporta. Per il Palmanova ci prova, invano, il capitano Langella. Nei minuti finali, una doppia occasione fa sobbalzare mister Tita Pittini: prima Kamencic centra l’incrocio con un potente destro da fuori, poi Morassi sfodera una grande parata sul piazzato di Martinez Rivero lanciato a rete da Fabbro.

Nella ripresa, le energie dei locali calano e il Palmanova governa il possesso palla spostando il gioco in un unica metà campo. I tiri pericolosi prodotti, però, latitano, e in ogni caso è sempre pronto Tomasino ad alzare la saracinesca, sfoderando alcune parate d’alta scuola su Bozic e Langella, che lambisce il palo. L’Udine City si difende stoicamente, rivelandosi insidiosa in contropiede. Fortunatamente per gli ospiti, però, anche Morassi è in stato di grazia, respingendo sulla zampata di Goranovic e sul mancino a giro di Turolo. I legni della porta palmarina tremano di nuovo a metà frazione, quando l’estremo difensore ospite devia sulla traversa con la punta delle dita un violento fendente del sempre ispirato Turolo. I minuti scivolano via, con il Palmanova che schiaccia i padroni di casa ma senza trovare la via del gol. L’ultima emozione arriva proprio a pochi istanti dalla sirena: Turolo prende palla e scarta tutti, si allarga sulla fascia e spara con il sinistro, Morassi si oppone in qualche modo e Martinez Rivero, per questione di millimetri, non realizza in tap in. Finisce quindi 0-0. L’Udine City sale a quota 36, consolidando il secondo posto a -4 dal duo di testa Pordenone-Maccan, mentre il Palmanova si porta a 21 lunghezze, al riparo dalla zona calda.

Da segnalare, inoltre, l’esordio in Serie B del classe 2003 Marinig, lanciato nella mischia da mister Tita Pittini.

Udine City - Palmanova 0-0

UDINE CITY: Agrizzi, Marinig, Martinez Rivero, Turolo, Goranovic, Fabbro, Urban, Kamencic, Tomasino, Zaami, Spina, Sirok. All.: Tita Pittini

PALMANOVA: Mazzilis, Carbone, Ljuskic, Sestili, Sluga, Kandic, Bozic, Faggiani, Kovacic, Langella, Sovdat, Morassi. All.: Massimo Gallarati

ARBITRO 1: Cacciola di Treviso

ARBITRO 2: Bontorin di Bassano del Grappa

CRONOMETRISTA: Lozei di Trieste

Note - Ammoniti: Spina, Sirok, Kamencic.

Tiri liberi: 0/0, 0/0

Vita da Club

Primavera e giovanili

I cugini di Gran Bretagna

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio