Home / Calcio / FUTSAL SERIE B - Udine City, il derby è amaro

FUTSAL SERIE B - Udine City, il derby è amaro

Sconfitta con il Pordenone 1-2

FUTSAL SERIE B -  Udine City, il derby è amaro

La formazione di Pittini prova a resistere, ma Pordenone merita il successo. Grzelj ed un eurogol di Grigolon segnano la strada. A nulla serve l’acuto di Guidolin nel finale. Espulso Turolo UDINE CITY - MARTINEL PN 1 - 2 (0 - 2)

Gol: 10’13”pt Grzelj, 13’50”pt Grigolon, 19’10”‘st Guidolin

UDINE CITY: Tomasino, Turolo, Sironi, Della Bianca, Barile, Guidolin, Martinez, Goranovic, Fabbro, Chtioui, Ljuskic, Agrizzi. Allenatore: Pittini.

MARTINEL: Vascello, Grigolon, Spatafora, Grzelj, Koren, Barzan, Finato, Tosoni, Dus, Cigana, Zoccolan, Casula. Allenatore: Asquini.

Arbitro 1: Hoxha di Este. Arbitro 2: Ianese di Belluno. Cronometrista: Copat di Pordenone.

NOTE: gara a porte chiuse. Espulso: Turolo (doppio giallo). Ammoniti: Barile, Grigolon, Spatafora, Turolo, Tomasino, Guidolin Tiri Liberi: 0/0, 0/0.

MANZANO.

Bissando il 4 - 1 del Palaflora, la Martinel Pordenone si aggiudica anche il derby di ritorno con l’Udine City: e la supremazia neroverde va oltre oltre lo striminzito scarto finale. La formazione di Pittini (con Goranovic acciaccato e utilizzato con il contagocce) fa il possibile per ​ contenere la superiorità ospite, ma la differenza di qualità tra i due organici, al momento, è evidente. Se poi gli udinesi ci mettono del loro (almeno tre, clamorose occasioni fallite e scelte errate in fase di finalizzazione: conseguenza di limiti, ma anche di egoismo) è chiaro che, per la banda Asquini, la strada è stata quasi tutta in discesa. Il Pordenone si prende immediatamente l’inerzia: pronti via e Spatafora, in due occasioni, “scalda” Tomasino. Ci prova anche Grigolon murato, però, dalla difesa di casa. Replica il neo entrato Goranovic: Vascello risponde presente. L’intramontabile sloveno si rende utile anche in difesa e mette in angolo un’ iniziativa del collega di passaporto Grzelj. Entra anche Chtioui ma, se il primo tentativo viene neutralizzato da Vascello, il secondo si schianta sul soffitto del palazzetto. Clamoroso è invece l’errore di Turolo al 9’: solo davanti a Vascello e con l’opzione Guidolin a fianco, il 4 di casa spara addosso al portiere ospite. E a metà del primo tempo il Pordenone si porta in vantaggio: dopo un’azione all’apparenza innocua, Grzelj la spinge dentro da un metro. Insistono i ramarri e Koren impegna Tomasino.

L’Udine City non riesce a pungere: Grigolon, non nuovo a prodezze, regala allora un altro pezzo di bravura e, in spettacolare mezza rovesciata, firma il raddoppio. Gli uomini di Pittini provano con ogni mezzo a risalire la corrente: Turolo, in ripartenza, spara però su Vascello e anche stavolta, forse, sarebbe stato preferibile servire il meglio piazzato Guidolin. Dopo un altro paio di interventi del numero uno neroverde, la Martinel si rivede in fase offensiva e Finato coglie la base del palo. Prima dello scadere Koren, lanciato solitario in contropiede, si infrange su Tomasino. La ripresa si snoda in maniera un pochino più equilibrata con Barile che, seduto un avversario, si mangia il clamoroso 1 - 2. Lo stesso numero 10 si riscatta parzialmente poco dopo, opponendosi ad una conclusione a colpo sicuro di ​ Tosoni. C’è un opportunità anche per Koren: l’esterno destro finisce a lato. L’Udine City ci prova in ogni modo, Vascello sfodera ancora un paio di interventi dei suoi, ma anche lui è umano e nulla può sul tap in ravvicinato di Guidolin, servito sottomisura da Ljuskic. Troppo tardi, però, per pensare di strappare - miracolosamente, alla luce dello svolgimento del match - almeno un punto.

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Calcio

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi