Home / Calcio / Cjarlins Muzane-Union Clodiense 3-3

Cjarlins Muzane-Union Clodiense 3-3

Anticipo ricco di emozioni

Cjarlins Muzane-Union Clodiense 3-3

Il Cjarlins Muzane di Max Moras non fa per i deboli di cuore, poco ma sicuro. L’anticipo della nona giornata di campionato è un’altalena di gol e di emozioni che non passa inosservata nel Girone C. Per affrontare la Clodiense il tecnico friulano ritorna alla difesa a 4 con Bran, Dall’Ara, Tobanelli e Cucchiaro davanti a De Luca. Callegaro e Agnoletti restano al centro delle operazioni arancio azzurre a supporto del reparto avanzato D’Appolonia-Venitucci-Bussi. Rocco, unica vera punta di ruolo, completa l’undici.

Parte male il big match degli arancioazzurri, che va sotto dopo 4 minuti al primo affondo della Clodiense. Cross dalla sinistra di Monticelli, non trattenuto da De Luca, e Romano da due passi ne approfitta per siglare il vantaggio granata. I ragazzi di Moras non subiscono il contraccolpo psicologico del gol a freddo e iniziano a prendere possesso del campo. Al 9’ un tiro di Bussi viene parato a terra da Passador. Al 20’ Tobanelli costringe l’estremo difensore veneto a rifugiarsi in angolo con un notevole colpo di reni. Sugli sviluppi del corner battuto da Venitucci il Cjarlins trova il pareggio grazie perfetto stacco di Dall’Ara in anticipo sul primo palo. La Clodiense barcolla e due minuti più tardi va al tappeto. Venitucci pennella per Bussi, che anticipa tutti per mettere la freccia del sorpaso. Gli ospiti imbastiscono una reazione che sfocia nel tiro di Marcolin, respinto da De Luca (33’). Marcolin potrebbe pareggiare i conti al 42’, ma manca l’impatto col pallone a tu per tu con De Luca. Andreucci inserisce Duse e Calabrese da inizio ripresa per cambiare spartito. Dopo quattro minuti il destro di Rocco da fuori area si spegne ad un palmo dal palo. Lo stesso attaccante monfalconese potrebbe chiudere il match al 9’ ma, a portiere ormai superato, si vede respingere la conclusione sulla linea da Calcagnotto. Al 14’ ingenuità dei friulani che concedono la massima punizione agli avversari: Cucchiaro stende Marcolin al limite dell’area e dal dischetto Romano rimette l’incontro sui binari della parità. Il Cjarlins si riprende subito dalla doccia fredda e al 18’ la girata di Dall’Ara alta sopra la traversa è un segnale di riscossa.

L’Unione però è letale sugli sviluppi di una ripartenza e quando Marcolini vede uno spazio in profondità non ci pensa due volte a verticalizzare per Fasolo. L’attaccante chioggiotto infila senza pietà De Luca e corre ad esultare in mezzo ai tanti tifosi lagunari arrivati in Friuli. Tutto da rifare per Moras che inserisce Forestan, Akafou e Ndoj. Proprio i nuovi innesti confezionano una bella azione al 27’ conclusa con un inserimento di Forestan, vicinissimo al terzo gol. Solo le prove per il gran finale. Nel quarto minuto di recupero Forestan riprende una respinta del portiere e insacca il gol del definitivo e incredibile 3-3.

BIANCONERI IN TV

I cugini di Gran Bretagna

Conferenze stampa

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi