Home / Blog bianconeri / Udinese: c'è sempre il 'buco' a sinistra

Udinese: c'è sempre il 'buco' a sinistra

A quattro giorni dalla prima di campionato

Udinese:  c\u0027è sempre il \u0027buco\u0027 a sinistra

'E' importante iniziare bene la stagione'. 'Ci faremo trovare pronti per l'inizio del campionato'. Frasi fatte che per l'Udinese in questo momento sono tormentoni nel vero senso della parola. E poco piacevoli. Sì, perchè la squadra friulana, che come la maggior parte delle protagoniste della serie A è ancora un cantiere aperto, non potrà effettivamente essere al 100% per l'inizio della nuova stagione. Tudor, tra i vari punti critici snocciolati alla vigilia della gara con il Sudtirol, ha evidenziato anche quello del calciomercato ancora aperto, un danno non di poco conto per allenatori e società. 

Infatti l'Udinese si trova a pochi giorni dall'esordio in campionato con un vero e proprio 'buco': quello a sinistra. Con Ter Avest infortunato, Tudor non può nemmeno giocarsi il jolly Stryger Larsen su quella fascia. E quasi certamente non potrà contare sull'unico giocatore che potrebbe essere titolare di ruolo, Giuseppe Pezzella: vuoi per infortunio, vuoi perchè per domenica dovrebbe già essere un giocatore del Parma, il terzino napoletano non può essere preso in considerazione. Si attende l'arrivo di Ken Sema, ma pare improbabile che Tudor, che pure non è uno che si fa problemi a gettare giocatori nella mischia, lo mandi subito in campo nel caso in cui dovesse raggiungere il Friuli per tempo.

L'Udinese, quindi, si troverà ai nastri di partenza con una formazione che non sarà quella migliore se, come sembra, il tecnico croato sarà obbligato ancora una volta a schierare Pussetto titolare sull'esterno sinistro. L'argentino, giocatore di indiscusso valore, non riesce a rendere al massimo in quella posizione in cui è evidentemente adattato.

Un peccato non poter sfruttare l'occasione di affrontare al meglio un Milan che arriva al 'Friuli' pure con diversi problemi da risolvere. La squadra di Giampaolo è ancora in attesa di rinforzi e in pieno rodaggio: una situazione che non si ripeterà, ovviamente, nella gara di ritorno. 

Il compito di Tudor, come di ogni allenatore, è comunque cercare di fare del suo meglio con ciò che ha a disposizione. Ed è interesse dello stesso Tudor provarci. Nessuno lo crede Klopp o Guardiola, che pure avrebbero problemi a fare risultato con una squadra incompleta; ma per il mister croato, che con il rinnovo ha intascato la fiducia della società, è già tempo di dimostrare..

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi

Primavera e giovanili