Home / Blog bianconeri / Udinese-Fiorentina, una partita difficile da giocare

Udinese-Fiorentina, una partita difficile da giocare

Nel 2018 la tragedia di Astori, quindi la contestazione dei tifosi friulani e oggi il rischio rinvio

Udinese-Fiorentina, una partita difficile da giocare

Non si sa ancora se sabato Udinese-Fiorentina si giocherà o se la sfida verrà inserita tra quelle a porte chiuse, ma la situazione delicata fa tornare alla mente quella tragica di due anni fa, quando la gara venne rinviata per l'improvvisa scomparsa dello sfortunato capitano viola Davide Astori. Era il 4 marzo 2018: una giornata che sconvolse tutto il calcio e non solo. Una disgrazia davanti alla quale il mondo del pallone decise giustamente di fermarsi. Quella partita fu recuperata un mese dopo, il 3 aprile, in una atmosfera surreale.

L'anno successivo, quell'appuntamento si presentava ovviamente ancora emotivamente forte: il 3 febbraio, le due squadre si ritrovarono nuovamente di fronte con la morte nel cuore. La squadra bianconera, in quell'occasione, dovette anche affrontare una situazione particolare in più: lo sciopero dei tifosi che, per contestare la società, decisero di non sostenere la squadra dagli spalti. Il 'Friuli' visse nuovamente un pomeriggio di gelo infinito.

Ora, poco più di dodici mesi dopo, Udinese-Fiorentina è ancora un confronto particolare, con un nuovo rischio rinvio. La situazione determinata dal coronavirus, che ha fatto scattare le misure di emergenza in Friuli Venezia Giulia, potrebbe far slittare la sfida o comunque imporre di farla disputare a porte chiuse. Comunque sia, per Udinese e Fiorentina, sarà nuovamente difficile tenere la concentrazione sulle questioni di campo. 

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Primavera e giovanili

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi