Home / Blog bianconeri / Udinese, peggior attacco ma la difesa è la terza migliore della A

Udinese, peggior attacco ma la difesa è la terza migliore della A

Solo tre gol fatti, uno dei quali da un difensore

Udinese, peggior attacco ma la difesa è la terza migliore della A

Il gioco è ciò che vorrebbero tifosi e amanti del calcio; i risultati e i numeri sono quelli che determinano destino di squadre e allenatori. In A già sono già saltate due panchine e altre sono a rischio per problematiche diverse che però alla fine tutte portano a constatare che i numeri non sono quelli sperati.

La Sampdoria ha rescisso con Di Francesco che, dopo 7 giornate, ha portato a casa solamente 3 punti, frutto di 4 gol fatti e 16 subiti dalla peggior difesa della serie A. Con Quagliarella che a 36 anni suonati ha smarrito la via del gol (una sola rete lo scorso 1 settembre) è davvero dura per i blucerchiati che 'vantano' il peggior attacco della A dopo quello dell'Udinese.

Ecco, appunto, l'Udinese. 3 soli gol all'attivo firmati da Becao (un difensore), Lasagna e Okaka. Eppure il reparto offensivo bianconero quest'anno non difetta certo di frecce al proprio arco. Il problema è che la squadra bianconera tira poco in porta: risulta infatti sedicesima in questa classifica della Lega con 59 conclusioni di cui 33 nello specchio e 26 fuori.

Tudor si consola con i numeri della difesa, reparto in cui, a suo dire, il lavoro dell'allenatore può incidere in maniera più determinante. Sono sei i gol subiti dai bianconeri nelle prime sette gare (ben tre, però, tutti in una gara, quella casalinga contro il Parma). Meglio ha fatto solo l'Inter di Conte (4 i gol presi) e il Verona (5), che in classifica precede i bianconeri di due lunghezze. Come l'Udinese, invece, hanno fatto la capolista Juventus e la Lazio.

Una bella soddisfazione che però, ovviamente, non può bastare. Urge trovare il sistema per far rendere al meglio giocatori come Lasagna, Okaka, Pussetto (incredibile vederlo in panchina), Nestorovski, Teodorczyk (un giocatore che qui non è stato possibile conoscere) e il bomber della passata stagione, De Paul.

Questione di equilibri, si dirà. Quelli sui quali bisogna lavorare ancora molto.

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi

Primavera e giovanili