Home / Blog bianconeri / Udinese, cambiano i corridori nella corsa alla panchina

Udinese, cambiano i corridori nella corsa alla panchina

Semplici e Sottil le piste più concrete

Udinese, cambiano i corridori nella corsa alla panchina

Sono giornate davvero calde in casa Udinese. La dirigenza è chiamata ad operare su diversi fronti: allenatore, staff e mercato.

Per quanto riguarda il primo, la lista di nomi accostati alla panchina friulana si va via via assottigliando, nonostante continuino ad uscire nuove candidature. Zanetti è diretto a Empoli, che non continuerà con Andreazzoli; Inzaghi è stato reintegrato a Brescia mentre Pecchia è destinato al Parma. Non ci sono conferme e sembra improbabile un ritorno di Velazquez come trovano riscontri altri nomi accostati ai friulani tipo Pirlo o D’Angelo. Rimangono in pista l’inossidabile Maran, candidatura immancabile quando ci sono cambi in panchina a Udine; Semplici, che è stato ricontattato e che ha il contratto in scadenza con il Cagliari il prossimo 30 giugno. E poi l’ex difensore dell’Udinese Andrea Sottil, reduce da due ottime stagioni ad Ascoli che lo ha sotto contratto ancora per un anno. La pista che porta a lui si può definire ‘concreta’ e di sicuro Sottil gradirebbe un ritorno a Udine. Ritorno che piacerebbe anche a Totò Di Natale, che però non sarebbe ancora stato realmente preso in considerazione.

Non ci sono aggiornamenti sul fronte staff: il discorso è ovviamente legato a quello dell’allenatore.

Si agita, e molto, il mercato dei calciatori che pure rimane per ora a livello di voci. Deulofeu è finito nel mirino anche della Fiorentina, Molina piace sempre alla Juve che pensa pure ad Udogie, ma non è una novità. Di nuovo c’è che Pablo Marì ha salutato Udine via social, ringraziando tutti e chiudendo con un punto interrogativo sulla sua prossima destinazione.

Punto interrogativo che vale un po’ per tutti, adesso.

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

I cugini di Gran Bretagna

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi