Home / Blog bianconeri / L'Udinese vede il traguardo

L'Udinese vede il traguardo

Poker al Benevento con qualche sofferenza. Vittoria fondamentale in chiave salvezza. Primo gol di Braaf

L\u0027Udinese vede il traguardo

L'Udinese scende in campo allo stadio Vigorito per affrontare il Benevento di Pippo Inzaghi in una partita che deve dare punti alla classifica bianconera dopo la sconfitta interna contro il Cagliari. Luca Gotti ritorna al 3-5-1-1 schierando una formazione che vede Musso tra i pali, in difesa Becao, Bonifazi e Nuytinck a centrocampo Molina, De Paul, Walace, Arslan, Stryger Larsen e Pereyra in avanti, come unica punta, Okaka. I bianconeri recuperano il proprio capitano Rodrigo De Paul che si occuperà, insieme a Pereyra, di supportare il gioco offensivo alle spalle di Okaka. In mediana nuova fiducia a Walace e Arslan. Sulle corsie esterne la solita coppia formata da Molina e Larsen. Pippo Inzaghi risponde con il 3-5-2 che vede Montipó in porta, linea difensiva con Glik, Caldirola e Barba a centrocampo Depaoli, Dabo, Viola, Hetemaj e Improta, in avanti Sau e Lapadula. Partita iniziata. Al 4' l'Udinese trova già il gol del vantaggio grazie a Molina che, servito da De Paul, si inserisce bene e batte Montipò. Benevento-Udinese 0-1. 

Bianconeri subito in vantaggio e ancora pericolosi con un cross di Okaka liberato da Glik. La squadra di Gotti è partita forte sorprendendo gli avversari. Al 13' primo tiro in porta per i padroni di casa con una punizione di Viola che non impensierisce Musso. La squadra di casa reagisce allo svantaggio guadagnando un corner sugli sviluppi del quale c'è una conclusione di Glik che chiama Musso ad una provvidenziale parata. Udinese che si affida alle ripartenze guidate dall'estro di De Paul. L'argentino, al 20' prova un tiro-cross che si spegne tra le braccia di Montipò. Al 24' Inzaghi è costretto alla prima sostituzione per un infortunio muscolare occorso a Sau, al suo posto entra Gaich. Al 27' pericolo nell'area bianconera ma fortunatamente Lapadula non riesce a calciare bene per mettere palla in porta. Al 31' i bianconeri trovano il gol del raddoppio con Arslan. Parte centralmente in velocità De Paul, passa a Pereyra che mette in mezzo per Arslan. Il numero 22 calcia dritto nell'angolino basso e raddoppia per l'Udinese. Beenevento-Udinese 0-2.

Al 33', però, proprio Arslan commette un clamoroso errore in disimpegno indietro, palla a Lapadula che anticipa Musso in uscita e il portiere argentino lo stende. Rigore per il Benevento e ammonizione per Musso. Dal dischetto Viola non sbaglia riaprendo la partita. Benevento-Udinese 1-2. 

Clamoroso l'errore del centrocampista bianconero che si somma ad una serie di disimpegni malamente eseguiti dai difensori friulani poco attenti. Il Benevento adesso ci crede e rafforza la propria fase offensiva costringendo l'Udinese nella propria metà del campo. Il forcing giallorosso al 41' trova Lapadula che grazia ancora una volta Musso. Al 45' un errore di Bonifazi che commette fallo su Lapadula, regala un calcio piazzato ai padroni di casa sugli sviluppi del quale Becao interviene difendendo con il corpo. Il primo tempo, dopo cinque minuti di recupero, si conclude con l'Udinese in vantaggio. Sofferenza, però, per i bianconeri che hanno dovuto gestire la reazione del Benevento pericoloso nell'area di Musso soprattutto con Lapadula. La squadra di Inzaghi è andata vicina al pareggio. Troppe le disattenzioni della retroguardia friulana che ha concesso agli attaccanti avversari una certa libertà di azione. L'errore di Arslan ha creato i presupposti per l'azione che ha portato al rigore trasformato da Viola che dà speranze ai padroni di casa per la ripresa. 

Secondo tempo che inizia con una novità nel Benevento. Inzaghi manda in campo Schiattarella al posto di Viola. Udinese con gli stessi undici della prima metà di gara.

Padroni di casa in avanti. Al 47' Dabo cerca un cross dalla trequarti ma Musso esce e fa sua la sfera. Due minuti più tardi l'Udinese trova il terzo gol con Larsen. Giocata fenomenale di De Paul che, con un cross che taglia l'area di rigore avversaria, trova l'inserimento del danese, colpo di testa imparabile per Montipò. Benevento-Udinese 1-3. 

Al 52' il Benevento prova la reazione trovando un calcio di punizione ma Lapadula centra la barriera. Sul fronte opposto contropiede dell'Udinese guidato da Okaka e fermato provvidenzialmente da Glik in calcio d'angolo. Nessun esito dal corner ma i bianconeri hanno trovato il terzo gol che ridà una certa fiducia alla squadra dopo la fine del primo tempo di marca giallorossa. Al 55' Gotti manda in campo Makengo per Arslan. Inzaghi risponde, un minuto dopo, con due cambi: esce Depaoli ed entra Ionita e Iago Falque per Hetemaj. Cambia modulo la squadra giallorossa passando al 4-3-1-2. Al 58' Lapadula prova la conclusione ma i difensori bianconeri ribattono. Al 61' intervento provvidenziale di Bonifazi su Lapadula e corner concesso dal difensore bianconero. Sugli sviluppi dell'angolo colpo di testa pericolosissimo di Ionita e grande risposta di Musso che evita il gol. Ritorna il forcing dei padroni di casa che intensificano gli attacchi per riaprire la partita. Al 62' un lancio lungo di Schiattarella trova l'intervento di Gaich che manda alto. Due minuti più tardi l'Udinese si divora il quarto gol con un'azione che vede, ancora una volta, protagonista De Paul. Il numero dieci trova bene in area Okaka ma l'attaccante spedisce incredibilmente in curva da buona posizione. Al 66' grande intervento difensivo di Becao su Ionita, pronto a battere a rete di testa. Pochi secondi dopo De Paul salva su Iago Falque rivelandosi preziosissimo anche in fase difensiva. Insiste il Benevento mettendo a dura prova la difesa friulana. Al 68' strepitoso intervento di Bonifazi. Gran palla di Iago Falque per Gaich, il difensore bianconero ci mette la punta del piede ed evita un gol fatto. Al 69' mischia nell'area bianconera, quattro giocatori giallorossi in piena area piccola mancano la palla e poi Musso para di piede su Gaich. Sul fronte opposto, contropiede ben orchestrato dall'Udinese finalizzato da Pereyra che coglie il palo. Al 70' dentro Braaf per Okaka e Samir per Larsen nell'Udinese. Il Benevento manda in campo Insigne per Dabo. Continua il forcing del Benevento che colleziona calci d'angolo ma  Musso non si fa sorprendere. Al 74' arriva, però, il quarto gol bianconero grazie a Braaf che, dopo un'azione devastante, salta come un birillo Glik e batte Montipò. Benevento-Udinese 1-4. 

Grande azione del talento olandese che ha dimostrato le proprie qualità trovando il meritato gol che chiude la partita. Al 76' i bianconeri vanno vicini alla quinta rete con una conclusione di Molina, servito da Braaf, con palla alta. Al 82' giallo per Schiattarella. Un minuto più tardi Lapadula trova il gol del 4-2. Conclusione dell'attaccante giallorosso che trova la deviazione di Becao. Benevento-Udinese 2-4. 

Il Benevento prova ad accorciare le distanze con l'orgoglio. Al 86' Insigne crossa e gaich colpisce di testa con la palla che finisce fuori. Nei quattro minuti di recupero, concessi, il Benevento non si rende pericoloso. La partita termina con una vittoria fondamentale per l'Udinese in chiave salvezza. La squadra di Gotti ha sofferto il grande orgoglio dei padroni di casa ma, nei momenti importanti della gara, è riuscita ad allungare prima con il gol di Larsen e poi con la prima rete in bianconero di Braaf che ha chiuso di fatto la partita. 


 

BIANCONERI IN TV

Blog bianconeri

Primavera e giovanili

Europei

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Altri mondi

Altri mondi