Home / Blog bianconeri / L'Udinese che verrà

L'Udinese che verrà

Gotti alle prese con una rivisitazione tecnico-tattica

L\u0027Udinese che verrà

Dopo la fumata bianca con accordo per un anno con opzione per il secondo, come verrà plasmata l’ UDINESE da Luca GOTTI e PPM per la stagione 20/21 ? Ormai è certo, tutto ruoterà attorno a 2 cessioni eccellenti e 2 assai probabili.

RDP è ineludibilmente l’elemento su cui si impernierà la sessione di mercato di quest’anno. FOFANÀ, vedi sopra. L’argentino merita palcoscenici più ambiziosi, quasi impossibile dunque trattenerlo; molte le pretendenti, alle quali ultimamente si è aggiunto il Milan. 40 milioni, spicciolo più, spicciolo meno, è ciò che si attende la società dalla sua cessione. Delle big solo la Roma pare non aver chiesto informazioni, fors’anche per il cambio di proprietà. Dalla sua cessione potrebbero giungere non solo denari freschi, ma giocatori d’attacco. Per il Franco-ivoriano 18 milioni più bonus potrebbero rappresentare la soglia da superare al fine di ottenere il placet dai Pozzo (l’Atalanta sembra in pole). STRYGER, BECÃO, forse SEMA già in prestito dal Watford, potrebbero ritrovarsi, con dispiacere della tifoseria, quali probabili partenti.

Analizziamo i reparti.

PORTA - MUSSO ha disputato un eccellente torneo. Punto di forza dell’organico, per molti già un fuoriclasse, è chiamato alla stagione della consacrazione. Ha testa, guida la difesa, sta assumendo le connotazioni del leader. A meno di un’offerta da capogiro (sopra i 30 milioni), peraltro alla portata solo di pochi team (Atletico Madrid se monetizzerà per Oblak), il 25.enne portiere dell’Albiceleste difenderà ancora per una stagione i pali bianconeri. Auguriamocelo, perchè vale da solo non meno di 6/7 punti a stagione. DI GREGORIO dal Pordenone - anche in prospettiva - potrebbe essere il suo possibile sostituto (da osservare ai play-off di B), se non si affonderà per prelevare e parcheggiare Agustin ROSSI, 25.enne argentino del Boca, designato da qualche tempo come erede del connazionale. Il riscatto di SCUFFET - altro elemento impegnato nei play-off - potrebbe venire esercitato dallo Spezia, con possibile controriscatto da parte bn; nel qual caso con MUSSO stabile a Udine, l’operazione avrebbe mera valenza finanziaria. NICOLAS rimarrà come secondo, uno tra PERISAN e GASPARINI a completare il reparto.

DIFESA - Con 14 clean-sheet in stagione, GOTTI pare aver trovato la quadratura del cerchio. Bram NUYTINCK pare esser diventato il suo uomo di fiducia, abile come nessuno a guidare la retroguardia. L’ex Anderlecht sa destreggiarsi parimenti sia a sinistra che in mezzo nella difesa a 3 che verosimilmente sarà proposta anche in avvio di torneo. SAMIR a sinistra con l’olandese in mezzo sembra la soluzione più logica almeno nelle prime sfide. EKONG scalato leggermente nelle gerarchie, potrebbe costituire ottima alternativa con l’olandese a sinistra. Resta da capire chi andrà ad occupare la casella di destra. BECÃO ha mercato, il CSKA bussa; richiesta probabile 10 milioni, cessione possibile a 7/8 + bonus. Si lavora comunque anche per il sostituto; OPOKU è rientrato dal prestito all’Amien (A francese), dove ha fatto bene; a GOTTI piace per prestanza fisica, meno per ordine tattico (rimarrà presumibilmente in rosa) - SIERRALTA probabilmente verrà lasciato ancora in prestito all’Empoli se Pasquale Marino rimarrà in Toscana. Si lavora per un difensore di qualità: piace sempre il 25.enne brasiliano del Santos Lucas VERISSIMO (in caso di cessione di BECÃO), che con poco più di 3 milioni si porta a casa. Aperta anche la porta del Napoli, con la cui società un affare diverrà molto probabile, specie se si inserirà il 23.enne difensore leccese Sebastiano LUPERTO (1,91) ex-Empoli, idoneo per tutti i ruoli di difesa. PRÖDL e/o il giovane Francesco MAZZOLO (richiesto dalla Triestina) saranno destinati a completare il reparto. In rosa 6/7 elementi possibili: NUYTINCK, SAMIR, EKONG, BECÃO (VERISSIMO), OPOKU, LUPERTO, PRÖDL (MAZZOLO).

ESTERNI - si lavora per trattenere Ken SEMA sorpresa di stagione. Watford chiama, ma la B seppur Made in England, non vanta troppa visibilità, neppure per la freccia nera congolese nazionalizzata Svezia. GINO proverà a monetizzare chiedendo 18 milioni di Sterline in Premier, se non arrivassero tuttavia, Luca da Adria farebbe salti di gioia potendo disporre ancora per una stagione del veloce esterno abile a disimpegnarsi nel finale di stagione anche come interno di centrocampo. Le alternative a sx portano i nomi di ZEEGELAAR, del rientrante PEZZELLA (entrambi non convincono appieno in chiave tattica), ma va registrato un recente interessamento per l’esterno 22.enne moldavo Oleg REABCIUK, Paço de Ferreira (Portogallo), conteso dal Cagliari che a sua volta perderà Luca PELLEGRINI, altro profilo che piace moltissimo a PPM. Qualora oltre a MANDRAGORA sussistessero altri scambi con la Juventus, ecco che potrebbe arrivare in Friuli il giovane prospetto romano.

A destra la partenza di STRYGER è probabile, non certa. Il danese a Udine sta bene, gradirebbe però maggior ambizioni societarie. PMM proverà a persuaderlo convinto di allestire una compagine da parte sx di classifica. POZZO ne chiede 10, ma a 8 il sodalizio bn potrebbe vacillare. 8 + bonus potrebbe rendere soddisfacente l’affare per cedente e acquirente. Bologna, Torino e Fiorentina rimangono sulle sue tracce. Oggi l’alternativa è rappresentata dal neo acquisto Nahouel MOLINA ex Boca, argentino di 22 anni, che dovrebbe giocarsi il posto con TER AVEST non ancora convincente nel ruolo quale titolare inamovibile. Notizia recente è anche il contatto con Karol FILA, 22.enne del Lechia Gdansk che vanta caratteristiche medesime all’argentino ma seguito da diversi club. Si proverà comunque ad alzare il lignaggio con l’ingaggio dell’ex TUCU PEREYRA; gradito a tutti il suo ritorno, in partenza dal Watford, ma invero conteso e stimato da molti club di massima serie. Alternativa inglese, MASINA. Possibile rosa: SEMA (REABCIUK), ZEEGELAAR, PEZZELLA, MOLINA, STRYGER(PEREYRA), TER AVEST ( 5/6 elementi probabili)

CENTROCAMPO - come detto tutto ruoterà sulla cessione di RDP e FOFANÀ. La doppia cessione potrebbe portare nelle casse sociali circa una sessantina di milioni, in parte sotto forma di risorse umane. MANDRAGORA ne avrà ancora per 3/4 mesi e la sua permanenza dovrebbe essere assicurata ancora per una stagione, da una Juve non necessariamente bisognosa dei suoi servigi. WALACE, brasiliano ex nazionale, dopo il Covid è parso rigenerato, a tal punto che GOTTI sembra potergli dare qualcosa più di un’opportunità per la stagione a venire. L’ex palermitano JAJALO ha molto mercato in B; lo stesso Monza di Berlusconi è pronto a fare un’offerta interessante, sia per lui che per NESTOROVSKI (sembra attorno ai 2 milioni di Euro per il centrocampista, il doppio per l’attaccante), che PMM valuterà con attenzione. Rientrerà Antonin BARAK reduce da una buon finale di stagione al Lecce. I salentini lo rivorrebbero tenere per una rapida risalita e lui a Udine non vorrebbe trattenersi. GOTTI proverà a convincerlo nel precampionato. Tornasse quello ammirato alla prima stagione con forma fisica al top, sarebbe da prendere in massima considerazione. Operazione difficile, non impossibile. Più facile la società punti a monetizzare la sua cessione (possibili da 8 a 10 milioni di Euro). Un ex compagno di BARAK, in orbita udinese, è il 25.enne mediano di Gorizia Jacopo PETRICCIONE. Con poco più di 2 milioni al Lecce, il Modric de no’artri.. si potrebbe aggregare al gruppo allestito da mister GOTTI. Tra i giovani, monitorato il giovane Gianluca GAETANO trequartista del Napoli quest’anno alla Cremonese (15 partite, 5 tra gol e assist). All’estero da non sottovalutare la pista TOKOZ, 4 milioni al Besiktas potrebbero bastare poichè tende ad esitare sul rinnovo, pista peraltro già inseguita nella scorsa sessione. Il ghanese BADU rientrerà da Verona per ripartire, con ogni probabilità, direzione Watford. Per COULIBALY ed INGELSSON si valuterà in ritiro. BALIC, il Pirlo di Croazia invece, è stato ceduto a titolo definitivo al Dac. In merito a giovani promesse, rinnovo per il 18.enne centrocampista della primavera di origine norvegese Martin PALUMBO (accordo sino al 2025), e possibilità di ingaggio per il valdostano Hans NICOLUSSI CAVIGLIA - quest’anno al Perugia 27 partite - via Juve, se ci genererà un affare più complesso con i campioni d’Italia.

ATTACCO - possibile una rivoluzione. Da anni ormai, serve un “puntero” che la butti dentro al fine di garantire la doppia cifra, sistemica con i vari Bierhoff, Amoruso, Di Natale! GOTTI si terrebbe volentieri KL15 e per contro anche il mantovano ormai sa di essere amato ed apprezzato nell’ambiente, per caratteristiche e professionalità. Kevin non sarà un leader naturale ma ha mille qualità, serietà, impegno, abnegazione non gli mancano di certo. La prospettiva europei (Mancini lo tiene d’occhio) potrebbe ringalluzzirlo ulteriormente. Il suo scopritore, GIUNTOLI, Ds fiorentino alle dipendenze del Napoli, lo porterebbe più che volentieri in Campania, mettendo nel pacchetto una discreta quantità di danaro, più uno o due elementi in sovrannumero. Qualora gli ingaggi dei partenopei non fossero proibitivi e gli “esuberi” di Gattuso preferissero vedere il campo, piuttosto di ammuffire in panchina, ecco che Udine potrebbe costituire per costoro, un ottimo approdo (ZAPATA ne è un esempio eclatante). PETAGNA rimane il sogno più o meno velato, la partenza certa di Milik tuttavia, temiamo possa bloccare il triestino sotto il Vesuvio. OKAKA nonostante un più che onesto torneo, tornerà utile, ma i gol col contagocce e i pochi tiri in porta, non gli consentiranno di ottenere da GOTTI, la titolarità certa: potrebbe partire. NESTOROVSKI probabilmente, salvo clamorose offerte (Monza), rimarrà come terza/quarta punta. È evidente si cerchi un bomber, meglio se con caratteristiche da uomo da area di rigore; un TOTÒ DI NATALE agli albori per intendersi.

LAPADULA retrocesso con il Lecce, è un profilo seguito. Difficilmente si fermerà in Salento né crediamo possa far rientro in Liguria salvo ingaggio di Liverani (Italiano e in pole), suo estimatore, come nuovo coach del grifone. L’attaccante Italo-peruviano, non è più giovanissimo (30), oltre che essere sotto contratto con il Genoa sino al 2022; possiede innato fiuto del gol (11 reti in 25 gare quest’anno), salute un po’ cagionevole vero, ma se analizziamo il rendimento di un Caputo (21 gol quest’anno a 33 anni!) o pensiamo all’esplosione tardiva dello stesso TOTÓ nazionale, allora un pensierino offrendo 5/6 milioni più qualche bonus o prestito gradito.. beh allora si potrebbe anche fare! La compatibilità tecnico-tattica con LASAGNA sarebbe buona. Le alternative, con ingaggi tutti da ridefinire, potrebbero arrivare da oltralpe, confidiamo anche da oltre Manica nell’egida delle sinergie tanto declamate. Troy DEENEY per esempio, sembra aver concluso la sua avventura al Watford. Non crediamo voglia assorbirsi un campionato dispendioso come quello di Championship. Se non giungesse a GINO l’offerta giusta, il bisonte giamaicano (10 reti in 27 partite e 2 volte si 3 titolare) riteniamo non disdegnerebbe di terminare la carriera in A. Altri profili potrebbero essere quello di Nikola KALINIC (32), in partenza da Roma, o quello dell’algerino SLIMANI (32 Leicester - 9 reti e 7 assist su 18 gare!) o perché no, il ritorno di TORREGROSSA (Bs), salvo il fatto che Cellino a meno di 8 milioni non lo molla di certo, L’opzione FAVILLI, ad un passo da Udine 2 anni fa, qualora Preziosi si accontentasse di 6/7 milioni con diritto di recompra “mascherata”, rimarrebbe sullo sfondo come carta di peso qualora si rinunciasse al croato PERICA, già aggregato. Lo stesso Stipe PERICA, potrebbe rimanere in qualità di attaccante degli ultimi 15’, al posto di un martoriato TEODORCZYK, le cui fortune a Udine sembrano essersi esaurite. Per lui e per il rientrante BAJIC si cercherà ragionevolmente, una collocazione adeguata. Una chance potrebbe esser riservata anche al crotonese SIMY, contemplando tuttavia quanto la neopromossa calabrese possa difficilmente rinunciare al gigante nigeriano, autore in stagione di ben 20 centri.

Da non scordare il giovane spagnolo Cristo Gonzales giocatore di proprietà, 26 partite e 5 gol allo Huesca in B Spagna, quest’anno parso ancor più maturo e pronto per la A. Tra i giovani particolare attenzione viene riservata anche al giovane millenial Dimitrios EMMANOUILIDIS del Panathinaikos, che potrebbe crescere all’ombra di KL15.

Possibile reparto (6/7 uomini) - LASAGNA, PERICA (SIMY), DEENEY (SLIMANI), NESTOROVSKI, LAPADULA, C.GONZALES.

Possibile 3.5.2. - MUSSO - VERISSIMO NUYTINCK SAMIR - MOLINA (PEREYRA) WALACE MANDRAGORA BARAK SEMA - LAPADULA LASAGNA

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi