Home / Altri mondi / Udine City , esordio choc: netta sconfitta all'esordio in B

Udine City , esordio choc: netta sconfitta all'esordio in B

Contro il Pordenone è finita 7-2

Udine City , esordio choc: netta sconfitta all'esordio in B

L’Udine City assaggia immediatamente il duro pane della serie B. La neopromossa di Pittini (orfana degli infortunati Sironi e Turolo) incassa infatti una sconfitta “senza se e senza ma” in casa della Martinel Pordenone, squadra già bell’e fatta e dominatrice assoluta del primo derby stagionale: la sfida dura una decina di minuti, poi si potrebbe già buttare la pasta. La pressione iniziale è tutta dei padroni di casa, ma un paio di chances capitano anche sui piedi di Della Bianca, che scheggia il palo dopo 8’18”. Al 9’42”, però, Zajc si incunea nella difesa udinese e, nonostante il disperato intervento di Sansica, supera Agrizzi. Passano solo 25 secondi e la Martinel va per il raddoppio: autore capitan Milanese, abile a finalizzare un vertiginoso contropiede. Dilagano i padroni di casa: nei pressi dell’ 11’, infatti, Barzan fulmina Agrizzi. Gli ospiti paiono sul punto di sfaldarsi, ma Stendler suona la carica: con un sinistro ciclonico sotto la traversa, lo sloveno non perdona Vascello. Qualche momento di tensione lascia nuovamente spazio al gioco e il palo salva l’Udine City da un incursione di Grigolon. Agrizzi è abile in altre due occasioni ma davanti gli uomini di Pittini non pungono e, al riposo lungo, nella sostanza, nulla cambia. L’avvio di ripresa arride ancora alla Martinel che ferisce due volte: prima in contropiede con Fabbro e poi con il sempiterno Grzelj. L’Udine City prova a rialzare la testa, ma gli eventi precipitano definitivamente quando Stendler, ricadendo in vizi antichi, rimedia il secondo giallo con relativa espulsione. E a stretto giro di posta viene invitato ad abbandonare la panchina (linguaggio colorito nei confronti di un arbitraggio certamente ininfluente, ma di certo più attento alla forma che alla sostanza?) pure mister Pittini. Intanto, concretizzando la superiorità numerica, la banda Asquini va nuovamente a bersaglio con Finato. Non è finita: arriva infatti il settebello neroverde, firmato dal doppiettista Milanese. In casa ospite le disgrazie non sono comunque terminate: perchè si infortuna alla caviglia anche Barile, costretto a lasciare il campo. Prima del tramonto, l’Udine City trova una misera consolazione nel gol di Chtioui, ispirato da Osso Armellino.

L’appuntamento con il riscatto è fissato per sabato prossimo 12 ottobre (ore 15), al Palacus, ospite il neo retrocesso Bubi Merano. “Sinceri complimenti al Pordenone, formazione di livello nettamente superiore al nostro - riconosce Pittini - sapevo che avremmo potuto perdere, ma non mi sarei mai aspettato una ripassata simile. Spero si sia capito che la stagione sarà difficile e che, per essere all’altezza, bisognerà sempre esprimersi al massimo”.

Sabato prossimo (ma senza Stendler, espulso e squalificato) occasione per il riscatto nel match casalingo con il Bubi Merano

PORDENONE - UDINE CITY 7- 2 (3 - 1)

Gol: 9’18” Zajc, 9’43” Milanese e 16’18”st, 11’14” Barzan, 11’50”Stendler, 2’02”st Fabbro, 2’27”st Grzelj, 8’08” st Finato, 17’10” st Chtioui

PORDENONE: 1 Vascello, 3 Tosoni,6 Grzelj, 7 Zajc, 8 Fabbro, 9 Barzan, 10 Tusar, 11 Milanese (cap), 13 Finato, 14 Grigolon, 17 Moras, 22 Casula. Allenatore: Asquini.

UDINE CITY: 1 Agrizzi, 11 Goranovic, 7 Stendler, 5 Della Bianca, 10 Barile, 2 Ianesi, 3 Martinez Rivero, 6 Chtioui, 8 Sansica, 9 Osso Armellino, 12 Tomasino, 14 Mattiussi. Allenatore: Pittini.

ARBITRO 1: Mezzarobba di Padova.

ARBITRO 2: Cacciola di Treviso. Cronometrista: Baldo di Conegliano.

ESPULSI: Stendler al 6’22” st per somma di ammonizioni e Pittini al 7’32” st per proteste

AMMONITI: Fabbro, Stendler, Barzan, Martinez Rivero

TIRI LIBERI: 0/0, 0/0. 

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi

Primavera e giovanili