Home / Altri mondi / Calcio a 5: l'Udine City batte il Pordenone nel derby

Calcio a 5: l'Udine City batte il Pordenone nel derby

E' finito 7-2 il match valido per la prima giornata di ritorno

Calcio a 5: l'Udine City batte il Pordenone nel derby

Alla ripresa del torneo, larghissimo successo della formazione di Pittini, che si prende la rivincita sul Pordenone, battendolo con lo stesso punteggio subìto all’andata: 7 - 2

UDINE CITY – MARTINEL PN 7 - 2 (5 - 1)

Gol: 4’34” Goranovic, 8’22” e 4’52”st Turolo, 10’54” 18’15”st Sansica, 14’08” Della Bianca, 15’54” Osso Armellino, 16’50” Grigolon, 6’43”st Barzan

UDINE CITY: Tomasino, Della Bianca, Goranovic, Stendler, Barile, Chtioui, Sansica, Osso Armellino, Turolo, Martinez Rivero, Ianesi, Agrizzi. Allenatore: Pittini.

MARTINEL PN: 22 Casula, 7 Zajc, 8 Fabbro, 9 Barzan, 10 Tusar, 11 Milanese, 14 Grigolon, 15 Cillari, 17 Moras, 18 Mikla, 19 Serrano, 20 De Bernardo. Allenatore: Asquini.

ARBITRO 1: Simone Di Filippo di Treviso. ARBITRO 2: Giovanni Agosta di Rovigo. Cronometrista: Krizia Zucchiatti di Tolmezzo.

ESPULSO: 9’52” Casula

AMMONITI: Stendler, Osso Armellino, Zajc, Tusar Tiri Liberi: 0/0, 0/0.

Al terzo tentativo stagionale, l’Udine City si concede il lusso di schienare la vice capolista Pordenone. Lo fa in maniera esagerata, restituendo alla formazione del presidente Onofri la stessa “paga” dell’andata: 7 - 2. Ad una settimana dal match di Coppa (appannaggio dei neroverdi per 6 -5) è di nuovo derby, match inserito stavolta nel cartellone della prima di ritorno del campionato cadetto. Le assenze di Vascello, Grzelj e Finato rappresentano notevoli problematiche per mister Asquini ma, dallo sbarco nel match, non si direbbe: è infatti la Martinel ad approcciare meglio e pilotare il gioco. Ma è l’Udine City a passare, con un tap - in di Goranovic. Il raddoppio è successivamente opera di Turolo e, quando Casula viene espulso per un fallo di mano fuori area, sugli ospiti grandina. Asquini si ritrova infatti aggrappato al terzo portiere, Cillari. Goranovic salva intanto sulla linea, mentre Grigolon fallisce una buona opportunità. In situazione di power play, Stendler centra il palo, poi Sansica - pescato da Barile - vidima il tris. E non perdona nemmeno Della Bianca servito da un grintosissimo Turolo, uscito vittorioso dall’ennesimo contrasto. Tocca poi ad Osso Armellino - al secondo bersaglio personale - iscriversi alla sagra del gol. E prima del the ecco l’unica rete ospite: è Grigolon (dopo un doppio palo) ad accorciare le distanze a porta spalancata. E’ invece di Turolo (con la gentile collaborazione di Cillari…) la paternità del gol numero sei. La replica di Barzan è soltanto un belato: 2 - 6. A 8’ dalla fine Asquini prova anche il portiere di movimento, ma Tomasino - assistito pure da un pizzico di buona sorte - sbroglia con la consueta classe diverse situazioni. E l’ultimo sfregio è opera di Sansica, altro doppiettista di giornata. Per l’Udine City una giornata memorabile e una classifica altrettanto spettacolare (Barile soci sono ora seduti al salotto delle prime cinque): e sabato prossimo a Merano, contro l’invitta capolista Bubi, andrà in onda una sfida da affrontare con consapevole leggerezza, ma armati dalla voglia di stupire ancora.

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi