Home / Conferenze stampa / Oddo: domani è fondamentale non perdere

Oddo: domani è fondamentale non perdere

Il mister alla vigilia del match

Oddo: domani è fondamentale non perdere

Vigilia di una gara delicata, quella con il Sassuolo. L'Udinese deve tornare a fare punti. Mister Oddo in conferenza stampa spiega: "Giudicare una partita dove è mancato qualcosa non vuol dire essere insoddisfatto dell'annata in generale. Quello che ho pensato dopo la gara a Torino è che è mancata un pochina di personalità nella gestione della palla e di cattiveria, ma non significa che i ragazzi non ci abbiano messo volontà.Non abbiamo fatto una grande partita, ma non vuol dire che non volessero fare meglio, o che fossero spenti o senza motivazioni. Abbiamo incontrato una squadra molto forte e in quella domenica, ma solo in quella, non si è riuscito a fare quello che si era preparato. Non infondiamo però allarmismo: le motivazioni ci sono, i ragazzi si allenano a duemila all'ora". 

Senza Lasagna sono dolori: "Lo abbiamo già detto. Ma non deve essere un alibi. Io non dico che con Lasagna, con Larsen o con Danilo avremmo vinto. Siamo mancati un po' nel coraggio, ma non significa che non ce lo abbiamo voluto mettere. Come sempre. Domani è una partita molto molto importante, dove bisogna vincere ma è fondamentale non perdere. La affrontiamo come abbiamo sempre fatto, la abbiamo preparata bene. Poi ogni partita ha le sue insidie e dovremo essere bravi a interpretare le insidie della partita".

Nel 2018 solo 5 gol. Sono stati ceduti 3 attaccanti. Forse qualcuno di quelli poteva tornare utile: "E' facile parlare con il senno di poi. A volte si fanno delle scelte e ci si assume le responsabilità. Non sono preoccupato, vedo che la squadra sta bene. I numeri dicono che abbiamo difficoltà a fare gol, ma stiamo lavorando per fare meglio. Dobbiamo stare solo molto sereni, equilibrati. Io non ero esaltato dopo le 5 vittorie consecutive e non sono abbattuto dopo le ultime 4 sconfitte, arrivate contro squadre forti. Non in tutte abbiamo meritato di perdere: il calcio insegna che anche quando fai bene, puoi perdere delle partite. Quella con il Benevento è stata la più brutta partita della mia stagione, ma abbiamo vinto".

Barak è in calo? Come mai? "Non è un robot, è umano. Per ogni calciatore ci sono momenti in cui la forma è migliore, altri è peggiore. E' normale. La rosa è fatta di tanti giocatori per far sì che in questi momenti l'allenatore possa fare delle scelte. Non significa che va in panchina, ma che è un momento normale. Sicuramente era più brillante in altri momenti".

Il Sassuolo: che gara aspettarsi? "Sporca. Non da parte loro. Non so se domani vi divertirete domani. Noi daremo tutto, faremo il massimo, ma sarà una partita sporca. Penso che verranno qui per non perdere, sarà quindi una gara difficile. Queste gare il più delle volte sono bruttine da vedere".

Anche per noi delicata domani? "Sì, è una partita importante da vincere ma soprattutto da non perdere".

Partita particolare per lei: era stato accostato al Sassuolo per il dopo Di Francesco: "Non so nulla. Quello che conta è che alla fine sono a Udine, a me non interessa di altre squadre".

Torna Danilo: "E' importante, è il nostro capitano. Mette tanta esperienza in campo. Se non c'è per noi è una perdita imporante".

L'attacco del Sassuolo? "Han più problemi di noi, ma i numeri non sempre contano. Dobbiamo stare attenti, davanti hanno giocatori molto bravi come Politano e Babacar".

I suoi dubbi riguardano solo l'attacco? "Giocano Maxi Lopez e De Paul, se non cambio idea questa notte e se si allenano bene. Altrimenti cambio".

Ti convince anche Widmer? "Assolutamente sì. Giocano Widmer più altri dieci".

Manca tanto Lasagna? "Lasagna ha fatto sei gol, non è Higuain. Poi si può anche guardarla da un altro punto di vista. Per me Lasagna gioca molto bene quando c'è Maxi Lopez. La mancanza di Lasagna penalizza Maxi". 

Vi siete allenati sui rigori? "Domani saranno 90 minuti, vedremo cosa capiterà durante la partita".

Balic mezzala? "E' molto intelligente calcisticamente e tecnico. Può fare anche quel ruolo".

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Primavera e giovanili

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi