Home / Blog bianconeri / Udinese: quelli che...il mercato chiama

Udinese: quelli che...il mercato chiama

I bianconeri più richiesti

Udinese: quelli che...il mercato chiama

L'Udinese adesso ha il suo allenatore e a breve sarà annunciato l'arrivo di Daniele Pradè come responsabile dell'area tecnica. Il mercato, nel frattempo, si muove e già propone soluzioni per alcuni bianconeri destinati a lasciare l'Udinese.

Sicuramente società, allenatore e gli stessi calciatori hanno già un quadro di quelli che, per un motivo o per l'altro, sono i maggiori indiziati a salutare il Friuli. La parola definitiva, però è sempre quella determinata dalle richieste sul mercato. A tre giorni dall'inizio del Mondiale, che sicuramente aprirà nuove prospettive a qualcuno e le chiuderà ad altri, vediamo quali sono i giocatori attualmente più richiesti secondo radio mercato.

De Paul: l'argentino si gode le vacanze a Miami mentre il suo agente riceve le proposte di Siviglia, Porto e Fiorentina. Il numero 10 bianconero è in modalità 'partenza' e attende gli sviluppi. Qualcuno rimpiange già il fatto di non aver potuto apprezzare fino in fondo le sue potenzialità, ma i più sembrano disposti a farsene una ragione.

Jankto: un anno fa è stato ad un passo dal Milan, a gennaio si è parlato di Juve e Arsenal, ora il più insistente è il Monaco. Nessun dubbio sulla sua volontà di cambiare aria. Vorrebbe aspettare la Premier, ma attenzione a non perdere altre occasioni. Le valigie sono pronte e l'Udinese, di fronte all'offerta giusta (che non potrà più arrivare a cifrone) non farà resistenza.

Scuffet: un'altra annata no, ma c'è chi crede in lui. Ci hanno pensato Genoa e Fiorentina, ma la Spal è forse la più decisa e potrebbe ufficializzarlo a breve.

Widmer: Inter, Napoli, Juve...sono pretendenti di altri tempi. Oggi le richieste per lui arrivano dalla Germania, con il Wolfsburg in testa. La nuova esclusione dalla Nazionale può essere una motivazione in più per cercare nuovi stimoli altrove.

Perica: a gennaio lo voleva il Chievo, adesso la Spal. Un prestito in A, in una squadra che intenda dargli spazio, non può fargli che bene.

Matos: l'Hellas crede in lui e, dopo averlo preso a gennaio, vorrebbe confermarlo in B. Soluzione ideale per tutti.

Bizzarri: a 40 anni non ci pensa proprio a smettere e si toglie pure lo sfizio di poter scegliere tra tre pretendenti: Lugano, Lazio e Foggia.

Lasagna: il bomber bianconero è finito nel mirino di diverse squadre. Bologna per primo, ora anche l'Inter. Ma l'Udinese non può fare a meno del suo bomber e lui merita la maglia da titolare che Spalletti non può dargli subito. Il mercato chiama, speriamo che l'Udinese non risponda.

Barak: come Lasagna, l'acquisto azzeccato di gennaio 2017. Come l'attaccante, ha saputo mettersi in mostra e attirare l'attenzione di club italiani (Lazio, Napoli e Juve) e stranieri. Ma esattamente come per Lasagna, l'immediato futuro per lui è Udine. Ne ha già parlato con i Pozzo, che gli adegueranno il contratto.

Meret: sembrava la volta buona, ma nuovamente il suo approdo in biaconero rischia di saltare. La Fiorentina fa sul serio e davanti a 20 milioni, i Pozzo ovviamente 'riflettono'. Potrebbe essere lui la vera plusvalenza del prossimo mercato.

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi

Primavera e giovanili