Home / Serie B / Pinzi: il Palermo? Difficile ma non impossibile

Pinzi: il Palermo? Difficile ma non impossibile

Il centrocampista bianconero alla tv ufficiale del Padova

Pinzi: il Palermo? Difficile ma non impossibile

Giampiero Pinzi con il Padova sta tornando protagonista in campo: "Fisicamsente non sono ancora al meglio, ma cerco di dare il mio contributo quando vengo chiamato in causa", ha detto alla televisione ufficiale del club biancoscudato. "E' successo due volte: ad Ascoli è andata abbastanza bene, purtroppo poi ho avuto quell'infortunio alla spalla, a Cosenza è andata male perchè nel finale abbiamo subito un gol evitabilissimo".

Adesso però l'allenatore crede di nuovo in te. Che sensazione ti fa? "La sensazione è bella. Quando stai fuori non fa piacere. A 36 anni hai bisogno di allenarti tutti i giorni, più dei ragazzi. In questo momento ce la sto mettendo tutta per trovare una forma fisica accettabile. Ci conto, che con la voglia e con gli allenamenti di tornare al 100% e dare una mano ai miei compagni. In questo momento c'è bisogno di tutti: sapevamo che l'annata era difficile e così è".

Foscarini quando è arrivato ha parlato con ognuno di voi: a te cosa ha detto? "Mi ha chiesto se ero pronto al bisogno. Devo recuperare, ma non mi tiro indietro".

Bisoli: cosa è accaduto in quel diverbio? "E' passato. Il Padova ha bisogno di passare al presente e al futuro. SIamo concentrati nel raggiungere la salvezza".

Ti è già capitato una situazione simile in passato? "Ne ho vissute di tutti i tipi. Sono cose che accadono".

Con il nuovo allenatore come va? "Ogni allenatore ha le sue idee. Foscarini è pacato, ha idee diverse che sta cercando di metterci in testa. Dobbiamo essere svelti noi. Il gruppo è sempre stato la forza di questa squadra, è gente che tiene alla maglia".

Salvezza difficile da raggiungere? "Siamo partiti per salvarci. A 19 squadre è difficile ma non impossibile, te la puoi giocare dappertutto e perdere con tutti. Bisogna essere compatti

Con il Palermo sulla carta è proibitiva, ma bisogna provarci: "E' difficile, non impossibile. Impossibile è solo la Juventus in questo momento in Italia. Noi andiamo in campo rispettando il Palermo ma lotteremo per provare a portare a casa i tre punti. La mentalità deve essere quella di provare a vincere: in casa puoi vincere contro tutte".

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio