Home / Notizie dalle altre squadre / Anticipo Bologna-Napoli 3-2

Anticipo Bologna-Napoli 3-2

Mihajlovic chiude con una vittoria

Anticipo Bologna-Napoli 3-2

Nel secondo anticipo dell'ultimo turno di Serie A, il Bologna batte 3-2 il Napoli: doppio vantaggio degli emiliani con Santander (43') e Dzemaili (45'), gli ospiti reagiscono nella ripresa con Ghoulam (57', rete concessa dal Var) e Mertens (78'). Decide Santander (88'), bravo e fortunato nel deviare in rete un tiro di Svanberg. Con questa vittoria, il Bologna sale al decimo posto: sotto la gestione di Mihajlovic ha ottenuto 32 punti in 17 partite.

LA PARTITA

C'era una volta un Bologna-Napoli di fine stagione che dava praticamente il secondo scudetto agli azzurri. Era il 1990, contribuì la sconfitta del Milan nella "Fatal Verona". Molti tifosi napoletani avranno fatto gli scongiuri durante la compilazione dei calendari, sospesi tra ricordi di quello che fu e speranze di quello che avrebbe potuto essere. Il campionato ha invece detto che il Napoli non è mai stato competitivo per il primo posto, rimanendo impigliato nel limbo di chi è inferiore alla Juventus ma superiore a tutte le altre. Bologna-Napoli diventa così la partita di Sinisa Mihajlovic: il "Dall'Ara" acclama l'artefice della rimonta da 32 punti in 17 partite, che ha dato una salvezza incredibile ai rossoblù. "Sinisa resta con noi" intona la curva, l'allenatore serbo ringrazia. Siamo in apertura di ripresa: il risultato è già di 2-0 per il Bologna. Dopo un avvio in cui il Napoli si è reso pericoloso con Verdi e Insigne, i padroni di casa hanno colpito al 43' con Santander e due minuti più tardi con Dzemaili. Il protagonista del vantaggio è Palacio, autore di un cross millimetrico per l'attaccante che schiaccia di testa e batte Karnezis. Lo stesso Santander avvia l'azione del raddoppio, chiusa da Dzemaili con un sinistro potente. Il Napoli reagisce nel secondo tempo. Si sveglia Milik, pericoloso dai 25 metri con un sinistro che esce per pochi centimetri. A segnare il 2-1 è Ghoulam, ben lanciato da Fabian Ruiz al 57'. L'algerino si presenta solo davanti al portiere e lo batte con un tiro sotto la traversa. Inizialmente viene segnalato fuorigioco, il Var rettifica e concede la rete. Ancelotti ci crede: dentro Callejon e Mertens al posto di Insigne e Verdi, quest'ultimo applaudito dal suo ex pubblico. Le scelte vengono premiate dal 2-2 di Mertens (78'): cross di Callejon, assist di Younes per il belga, appoggio facile in rete. Il Bologna vede le streghe con il palo di Zielinski da lontano, ma non ci sta a perdere: Mihajlovic inserisce Svanberg e Destro per Dzemaili e Soriano. È proprio un tiro dello svedese a trovare la testa di Santander al minuto 88: il paraguaiano è bravo e fortunato a trovare la zuccata che batte Karnezis. Finisce 3-2, il "Dall'Ara" canta "L'anno che verrà" di Lucio Dalla: note che si mischiano agli applausi per una squadra che ha conquistato la permanenza in Serie A e con Mihajlovic è stata capace di fare 32 punti in 17 partite. Un ritmo da Champions League, altro che salvezza.

LE PAGELLE

Santander 7,5: "El Ropero" risponde presente. La fantastica cavalcata della squadra di Mihajlovic è cominciata con un gol del paraguaiano e termina allo stesso modo: due colpi di testa da centravanti potente e opportunista, che non lasciano scampo a Karnezis.

Palacio 7: la carta d'identità dice 37 anni. Da non credere. "El Trenza" macina chilometri sulla fascia sinistra e crea costanti grattacapi alla difesa azzurra. Suoi i palloni al bacio per i colpi di testa di Orsolini (fuori di un soffio) e Santander, che segna l'1-0.

Dzemaili 6,5: quanto sono lontane le scintille con i tifosi dell'anno scorso. Lo svizzero è un altro dei giocatori rigenerati da Mihajlovic e con una galoppata solitaria realizza il 2-0. Per il resto, molta precisione e poche sbavature.

Mertens 6,5: entra e al primo pallone utile fa gol. Quello che non riesce a Insigne e Verdi. Il belga ha un conto aperto con il Bologna: sono ben 11 le reti agli emiliani, in sole nove partite.

Verdi 5: l'ex soffre forse l'emozione di giocare di fronte al "suo" pubblico e chiude con una prestazione insufficiente un campionato giocato al di sotto delle aspettative. Pericoloso solo in un'occasione, per il resto non lo si vede.

IL TABELLINO

Bologna (4-2-3-1): Skorupski 6; Mbaye 5,5, Danilo 6, Lyanco 6,5, Dijks 5,5; Dzemaili 6,5 (38' st Destro s.v.), Pulgar 6,5; Orsolini 6,5, Soriano 5,5 (38' st Svanberg s.v.), Palacio 7 (41' st Krejci s.v.); Santander 7,5. A disposizione: da Costa, Santurro, Paz, Nagy, Helander, Valencia, Corbo, Calabresi, Falcinelli. All.: Mihajlovic 7,5

Napoli (4-4-2): Karnezis 6; Malcuit 5, Albiol 5, Luperto 5,5, Ghoulam 6; Verdi 5 (19' st Callejon 6,5), Zielinski 6, Fabian Ruiz 6,5, Younes 6,5 (38' st Gaetano s.v.); Insigne 5,5 (18' st Mertens 6,5), Milik 6. A disposizione: Meret, D'Andrea, Zedadka, Maksimovic, Hysaj. All.: Ancelotti 6

Arbitro: Di Paolo

Reti: 43', 43' st Santander (B), 45' Dzemaili (B), 12' st Ghoulam (N), 33' st Mertens (N)

Ammoniti: Zielinski

LE STATISTICHE

• Il Bologna ha vinto sette partite consecutive al Dall'Ara in campionato segnando almeno due gol in ognuna di queste per la prima volta in Serie A (20 reti in totale).

• Il Bologna ha vinto l'ultima giornata di campionato per la prima volta dal 2008/09 (3-1 vs Catania; 3N, 5P).

• Il Bologna ha segnato due gol nel primo tempo, dopo che tutti i precedenti 21 erano stati realizzati nei secondi 45’ di gioco.

• Il Napoli ha colpito 27 legni nella Serie A 2018/19: nessuno ne ha centrati di più nei cinque maggiori campionati europei in questa stagione.

• Con la prima doppietta in Serie A, Federico Santander ha realizzato otto reti in questo campionato diventando il miglior marcatore rossoblù insieme a Orsolini. Per la prima volta ha sia realizzato un gol che fornito un assist nella stessa partita.

• Blerim Dzemaili ha trovato il primo gol in questa Serie A alla sua 43a conclusione in questo campionato.

• Fabián Ruiz ha preso parte a quattro degli ultimi sei gol del Napoli in Serie A (due reti, due assist).

• Per la prima volta, Dries Mertens è andato a segno in cinque presenze di fila in Serie A. Il belga ha preso parte attiva a 14 marcature nelle ultime cinque sfide contro il Bologna nel massimo campionato (11 gol, tre assist).

• Rodrigo Palacio ha fornito tre assist nelle ultime due partite di campionato: tanti quanti nelle precedenti 44 sfide in Serie A.

• Lorenzo Insigne raggiunge Christian Maggio al decimo posto della classifica di presenze in Serie A con la maglia del Napoli (233).

• 100a presenza in Serie A per Erick Pulgar, tutte con la maglia del Bologna.

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Europei

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi