Home / L’avversario di turno / Corriere dello sport: Bologna, non solo rose e fiori...

Corriere dello sport: Bologna, non solo rose e fiori...

Secondo Civolani, "la difesa resta comunque un problema"

Corriere dello sport: Bologna, non solo rose e fiori...

L'opinionista del Corriere dello sport, grande conoscitore delle vicende del Bologna Gianfranco Civolani, sul quotidiano sportivo mette in guardia dai problemi della squadra di Mihajlovic. Andando controcorrente rispetto a quelli che sono gli animi festanti e fiduciosi dell'ambiente dopo la prestazione contro la Roma, Civolani scrive:"Resto il solo gran frescone che non si associa al coro dei festanti perchè mi guardo la classifica e inorridisco  anche solo a parlarne. E però qui di seguito elencherò 10 riflessioni che possono spiegare l'ennesimo rovescio rossoblu e sempre pensando che magari tra 20 o 30 giorni la classifica sarà ancora più orrenda.

Punto primo: Mbaye è più forte di Calabresi? Ho fieri dubbi e anzi no, Calabresi in questa difesa di stracchino e robiola deve giocare sempre".

Punto secondo: Helander ha piedi storti e in ogni caso non è da corsa come oggi Svamberg e Dzemaili

Punto terzo: Danilo può dare qualcosa se fa il battitore, ma in marcatura mai

Punto quarto: Soriano è un signor giocatore che peraltro non fa gol da una vita

Punto quinto: Pulgar non è un campione e non lo sarà mai. Se a luglio arriverà una buona offerta, io lo mollerei al volo

Punto sesto: Poli deve giocare sempre, ma dopo un'ora è spesso sulle gambe

Punto settimo: Edera è un frillino vezzoso e grazioso che magari crescerà, speriamo presto

Punto ottavo: Siccome nessuno del Bologna ha il gol addosso, Santander e Destro dovranno giocare assieme prima o poi

Punto nono: Sansone ha buona qualità e dunque seguiamolo con attenzione

Punto decimo: Se tutti i meravigliosi e geniali dirigenti del Bologna non avessero ingaggiato Pippo Fuoco o lo avessero opportunamente rimosso due o tre mesi prima, questa squadra avrebbe tre o quattro o anche cinque punti in più. 

Può bastare? E peraltro mi trovo quasi da solo a predicare in una gabbia di illusi, e di superficiali e di acchiappanuvole che tutti insieme a Pinzolo inneggiavano nell'estasi".

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Altri mondi