Home / L’avversario di turno / Cairo: "Ci manca un rigore"

Cairo: "Ci manca un rigore"

E ancora: "Il gol di Okaka non era valido"

Cairo:  Ci manca un rigore

La Gazzetta dello sport riprende le considerazioni del presidente del Torino Urbano Cairo al termine della gara di ieri: "Ricaviamo da questa gara delle sensazioni molto positive, abbiamo lottato nel modo giusto: ora dobbiamo cercare di avere un passo veloce, perché le altre davanti a noi in classifica stanno correndo».

Cairo e Mazzarri concordano che l’unico neo sia stato «non aver chiuso la partita prima. Quando sprechi tante occasioni è quasi naturale che rischi di prendere gol nel finale».

Cairo è «contento per la prestazione e per le tante occasioni create», e per come il Toro abbia difeso la vittoria nel lungo recupero. Sul pari annullato ad Okaka allo scadere dice: «In realtà, il loro gol non c’era, perché è molto chiaro e netto che quando Okaka calcia c’è Lasagna che impalla Sirigu passandogli davanti. E’ stata una cosa talmente evidente che è stata riconosciuta da tutti, sia al campo che in televisione». Tornando al primo tempo, l’episodio del tocco di mano di Larsen su cross di Iago Falque lo definisce «un rigore non dato» al Toro. E spende parole dolci per alcuni giocatori. A partire dai complimenti a Sirigu: «Ha fatto una parata importante (sul rigore calciato da De Paul, ndr), che ci ha permesso di mantenere il vantaggio e chiudere con una vittoria». Finendo a Belotti: «La sua è stata una grande partita: sta facendo un lavoro pazzesco per la squadra, anche come uomo assist. Ha lottato come un matto, si è anche guadagnato l’espulsione di De Maio. Quando le cose gireranno e si sbloccherà, comincerà a fare come una slot machine». Chiude sugli obiettivi per il futuro: «Nelle prossime quindici partite può succedere tanto. Noi dobbiamo accelerare e tenere il passo continuando così»."

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Altri mondi