Home / L’avversario di turno / Bufera social per il gesto di Kessie

Bufera social per il gesto di Kessie

Gravina: "Vergognoso il gesto contro Acerbi e la Lazio"

Bufera social per il gesto di Kessie

Una nuova polemica è nata dopo Milan-Lazio con un episodio rimbalzato sui social. I milanisti Bakayoko e Kessie, festeggiando assieme ai compagni sotto la Curva Sud, hanno mostrato ai tifosi come un trofeo la maglia del difensore della Lazio Acerbi, che a inizio settimana sempre sui social aveva acceso la sfida dialettica: "Andiamo a San Siro per vincere, siamo più forti: a singoli non c'è paragone".

“Ok, ci vediamo in campo”, gli ha replicato Bakayoko, che poi dopo la vittoria ha festeggiato in un modo non gradito da Acerbi. “Sono dispiaciuto perché ho scambiato la maglia per mettere fine alla questione, fomentare odio non è sport ma un segno di debolezza”, ha scritto il difensore della Lazio, pubblicando la foto dei rossoneri con in mano la sua maglietta. 

Riguardo all’episodio ne ha parlato anche il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, a ‘La politica nel pallone’ su Gr Parlamento chiedendo una punizione: “Quello che è avvenuto a San Siro è un atteggiamento irriguardoso e, come ha detto anche il sottosegretario Giorgetti, indegno, che va punito, denunciato e valutato secondo le violazioni delle norme e dei principi etici del nostro mondo. Acerbi è un ragazzo straordinario, ci sono state delle punzecchiature sui social e forse, come ha detto Gattuso, dovrebbero usarli di meno e dedicarsi di più alla preparazione delle gare ma dando la sua maglia e stringendo la mano ai giocatori del Milan ha dimostrato di voler chiudere ogni polemica. Esibire la maglia come uno scalpo sotto la curva credo sia una reazione antipatica che dobbiamo prevenire.”

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Altri mondi