Home / Interviste esclusive / De Canio: sono anni che i valori tecnici dell'Udinese non sono più quelli di una volta

De Canio: sono anni che i valori tecnici dell'Udinese non sono più quelli di una volta

Probabilmente il Watford toglie possibilità all'Udinese

De Canio: sono anni che i valori tecnici dell\u0027Udinese non sono più quelli di una volta

Gigi De Canio, ex tecnico di Napoli e Udinese, a Telefriuli ha parlato della sfida in calendario domenica al San Paolo. L'allenatore lucano, nella sua ultima esperienza in Friuli, sconfisse il Napoli per 3-1. Oggi, questa Udinese, arriva però alla sfida abbondantemente incerottata: "Sono momenti diversi con calciatori e situazioni diverse" attacca De Canio in riferimento alle due sfide di ieri e di oggi. "Comunque in passato sono sempre state partite belle e interessanti: immagino che possa continuare la tradizione. Ci sono opposte motivazioni, ma è sempre una partita dal sapore particolare. E' uno scontro testa coda che può essere bello e interessante".

Quante chance ha l'Udinese? "Il calcio italiano è sempre bello e imprevedibile. I valori sono effettivamente diversi, ma le partite vanno giocate e spesso sono anche condizionate da episodi e da condizioni psicologiche particolari. E' chiaro che l'Udinese deve fare una grande partita, non deve sbagliare nulla e trovare un Napoli un po' distratto per riuscire a fare risultato".

Situazioni e giocatori diversi. L'Udinese negli ultimi anni fatica. Come mai l'Udinese non riesce a trovare un po' di tranquillità? "Probabilmente l'Udinese in precedenza era l'unico interesse della famiglia Pozzo, tutti gli sforzi sulla ricerca dei talenti e dei giocatori erano concentrati su Udine, adesso c'è anche un'altra realtà nell'orbita della famiglia e questi interessi, poichè sono divisi, probabilmente tolgono delle potenzialità, delle possibilità all'Udinese per cui non riesce ancora a ripetersi sui livelli degli ultimi anni, quando venivano scelti calciatori di primissimi livelli. Sono sempre di meno i calciatori di primissimo livello che l'Udinese riesce a trovare in giro per il mondo".

Il tutto si aggiunge alle tante assenze e infortuni che stanno colpendo l'Udinese: "Questo fa sì che la situazione sia ancora più deficitaria di quanto avrebbe dovuto. Però c'è da dire che la situazione dell'Udinese negli ultimi anni è sempre uguale, quindi non può essere dovuta soltanto a questo. E' chiaro che i valori tecnici non sono più quelli di una volta".

Lotta salvezza: chi vede meglio e chi peggio? "E' dall'inizio della stagione che i valori delle squadre che dovevano salvarsi sono delineati. Il Frosinone era partito malissimo ma è risalito. Ultimamente ha avuto qualche battuta a vuoto in casa ma è vivo e dimostra di crederci. Il problema è di qualche squadra, di qualche società come l'Udinese e il Bologna, che è sempre stata abituata a fare campionati diversi e ora, trovandosi invischiata in questo modo e non essendo abituata, potrebbe avere qualche problema in più. In questo periodo bisogna avere nervi saldi e giocare per muovere la classifica e fare risultato ad ogni gara, senza pensare alla qualità del gioco e alla vittoria a tutti i costi".

SUL PICCOLO SCHERMO

Blog bianconeri

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Altri mondi