Home / Internazionali / L'Under 19 pareggia con il Belgio

L'Under 19 pareggia con il Belgio

Segnali incoraggianti dagli azzurrini

L\u0027Under 19 pareggia con il Belgio

C’è ragione per sorridere. L’Italia Under 19 vista oggi a Padova, nella prima sfida del gruppo Élite, ci lascia ben sperare in vista del futuro. La conquista di un posto nella fase finale dell’Europeo di categoria, in programma in Armenia a metà di luglio, passa necessariamente dalle prossime sfide contro Ucraina e Serbia (che hanno pareggiato 2-2 all’esordio), contro il Belgio di Openda e Verschaeren, nonostante il 2-2, sono arrivati segnali incoraggianti. Il nostro movimento, dopo anni di enorme difficoltà, è in salute, è tornato a essere vivo. Le finali U17 e U19 dello scorso anno non sono state un fuoco di paglia, l’Italia è di nuovo l’Italia, da rispettare, in ogni categoria. E’ tornata la fiducia, sono tornati i talenti, i giocatori sui quale vale la pena scommettere, non solo a livello di nazionali giovanili.

PROMOSSI - Zaniolo e Tonali, che un anno fa facevano parte di questo gruppo, hanno indicato la via, non resta che seguirla. Il materiale sul quale lavorare è buono, ora è necessario un po’ di coraggio. Guidi oggi l’ha avuto, schierando Fagioli a centrocampo, il rigore sbagliato sull’1-0 non cancella le buone giocate, con tanto di assist per Raspadori, autore del momentaneo 2-1. Positive le prove di Bellanova, che il Milan ha ceduto al Bordeaux mantenendo il diritto di ricompra, di Esposito, ex Inter che ha scelto di lasciare la Spal per andare a giocare in prestito a Ravenna (il gol su punizione è da stropicciarsi gli occhi) e di Gozzi Iweru, difensore centrale della Juve, che brilla di personalità e doti tecniche.

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Altri mondi