Home / I cugini di Gran Bretagna / Dal sogno Europa del Watford all'incubo B con l'Udinese

Dal sogno Europa del Watford all'incubo B con l'Udinese

Momenti opposti per le due squadre dei Pozzo

Dal sogno Europa del Watford all\u0027incubo B con l\u0027Udinese

Stessa proprietà ma due situazioni completamente diverse, se non opposte. Raccontiamo sicuramente due dimensioni di calcio.

Partiamo dall'ultima rilevazione della famiglia Pozzo. I calabroni del Watford. Con cui hanno sancito l'approdo in Premier. Valore della rosa 167 milioni di euro circa, ha un bilancio in materia di trasferimento in attivo di quasi 20 milioni di euro, 77% di giocatori stranieri, età media della rosa 27 anni circa. I primi due giocatori più valutati per il mercato sono Andre Gray 15 milioni di euro, e Gerard Deulofeu sui 14 milioni di euro. Attualmente si trova settimo in classifica con 17 gol fatti, 14 subiti. Calabroni che hanno tra i tifosi d'eccellenza Elton John immortalato in tribuna a settembre a festeggiare i suoi "calabroni" come vengono chiamati i calciatori del Watford. Erano Primi in classifica a punteggio pieno insieme al Chelsesa e Liverpool. Poi la Premier ha preso la sua dimensione normale, ma con il Watford che potrà lottare fino alla fine sicuramente per un posto in Europa.

Discorso opposto per l'Udinese. Proprietà storica dei Pozzo. Dal 1986, è attualmente la proprietà storica più longeva dell'intera Serie A. Squadra che ha un valore di rosa di circa 115 milioni di euro, con il 79% di giocatori stranieri, età media 24 anni. I due giocatori più valutati a livello di rosa attualmente sono Rolando Mandragora 15 milioni di euro e Antonin Barak 14 . Si trova al 17° posto con solo 11 gol fatti e 18 subiti. E lotta per non retrocedere. Per l'ennesima volta. Solo che quest'anno effettivamente il rischio Serie B sembra essere alto rispetto alle due precedenti stagioni. Chiaramente la Premier a livello economico e di immagine è una dimensione diversa rispetto alla Serie A. Se si deve scegliere su quale squadra puntare in Europa, oggi, lasciando da parte i sentimenti, e ragionando da contabile, il discorso non potrebbe che cadere in una sola direzione. Non sappiamo se questi sono ragionamenti fatti dalle parti di Udine, sappiamo solo che due squadre, da un valore economico similare, hanno due rendimenti diversi in due campionati diversi.

Il Watford milita nel campionato più competitivo e importante del mondo, e può ambire ad ottenere un risultato notevole, l'Udinese in una Serie A che punta più alla sopravvivenza che ad una vera e propria rinascita e non si ci deve stupire se poi ci si comporta di conseguenza. Dove ciò che conta è partecipare.

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio