Home / Calcio / Munguía, calciatore honduregno, ucciso a colpi di pistola dopo una lite.

Munguía, calciatore honduregno, ucciso a colpi di pistola dopo una lite.

Una lite si rivela fatale per il calciatore che viene ucciso durante la fuga.

Munguía, calciatore honduregno, ucciso a colpi di pistola dopo una lite.

Sabato sera è stato ucciso il calciatore di 27 anni Óscar Seín Munguía Zelaya, portiere in forza al Club Deportivo y Social Vida che milita nella massima serie del campionato honduregno.

Come riporta la Gazzetta dello Sport, Munguía si trovava nel bar di un hotel di La Ceiba, capoluogo situato lungo la costa caraibica, quando si sarebbe reso protagonista di un’accesa lite con un altro cliente. Il diverbio tra i due sarebbe scoppiato per futili motivi e la situazione sembrava essere tornata alla tranquillità quando il cliente ha lasciato il locale. L’uomo, invece, con gran stupore dei testimoni, si sarebbe ripresentato poco dopo armato. Mungía avrebbe cercato di fuggire ma in poco tempo sarebbe stato raggiunto da numerosi colpi di pistola.

Questa versione dei fatti è stata riportata dal portavoce della Policia Nacional di La Ceiba. L’omicida è ancora in fuga ma la polizia ha potuto identificarlo grazie alle immagini delle telecamere dell’hotel ed è sulle sue tracce.

Il calciatore giocava da tre stagioni al Vida e aveva preso parte anche all’ultima partita del club, una vittoria per 2-0 sull’Olimpia.

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio