Home / Blog bianconeri / Nicola: pausa per quelli 'visti da vicino'

Nicola: pausa per quelli 'visti da vicino'

Il tecnico ha potuto valutare i bianconeri rimasti a Udine

Nicola: pausa per quelli \u0027visti da vicino\u0027

Il week end di pausa campionato concede due giorni di sosta ai bianconeri rimasti a Udine, ma il nuovo mister Nicola, come annunciato alla presentazione, non molla di un centimetro e approfitta di questi due giorni per studiare anche i giocatori lontani da Udine, impegnati con le rispettive nazionali. Sabato arriva la Roma e c'è poco tempo per fare stravolgimenti, che tra l'altro non sono nell'indole del tecnico piemontese. Nicola, da quel che si sa di lui e che lui stesso ha confermato, punta ad una conoscenza diretta e profonda di ogni singolo elemento della squadra per poterlo impiegare nel ruolo che gli permette di esprimersi meglio.

In questi primi tre giorni in Friuli ha potuto dedicarsi ai titolari rimasti a Udine: ha potuto valutare da vicino alcuni elementi della difesa, in particolare Opoku e Wague, che sembrano destinati al ballottaggio, ma anche Nuytinck e Samir, con il brasiliano costretto però a lavoro differenziato per un problemino alla spalla. Ha potuto conoscere Ter Avest, reduce dal lungo stop e proposto da Velazquez sulla destra, dove si è dimostrato attento in fase difensiva.

In mediana ha fatto la conoscenza di Fofana, finora uno dei giocatori dal rendimento più alto ma 'appannato' nelle ultime apparizioni; Behrami, che al rientro ha strappato la fascia da capitano a Lasagna ma al quale nelle ultime gare è stato preferito Mandragora. Nicola conosce bene l'Under21, lo ha avuto a Crotone e di lui ha già una idea precisa. Conosce meno, e d'altro canto anche qui si è visto poco, Marco D'Alessandro, uno dei nuovi acquisti meno utilizzati da Velazquez e che cercherà ora di mettersi in evidenza con il nuovo mister.

Spera di ritagliarsi maggiore spazio, e non solo per l'infortunio di Teodorczyk, anche Felipe Vizeu. Velazquez non vedeva il brasiliano, forse accantonato troppo presto. Da qui a gennaio, l'ex Flamengo si giocherà le sue carte per capire se potrebbe essergli più utile chiedere la cessione nel mercato di riparazione. Non ha di questi problemi, invece, Nacho Pussetto che Velazquez aveva scoperto spalla utile a Lasagna e che Nicola potrebbe riproporre nella stessa veste. L'argentino è molto duttile e può giocare in diversi ruoli: Nicola troverà quello più adatto al suo gioco ma non dovrebbero esserci dubbi sulla sua titolarità.

Da lunedì, giorno previsto per la ripresa, Nicola potrà fare le sue considerazioni anche sui nazionali. Riavrà subito Machis e Balic, poi toccherà via a via agli altri, con De Paul che dovrebbe essere l'ultimo a rientrare. Ma sull'albiceleste, cannoniere all'Udinese, Nicola dovrebbe avere già abbastanza informazioni.

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio