Home / Azzurri / Mondiali Under 20: Italia battuta dall'Ecuador

Mondiali Under 20: Italia battuta dall'Ecuador

Gli azzurri finiscono quarti

Mondiali Under 20: Italia battuta dall\u0027Ecuador

Allo Stadion GOSiR di Gdynia l'Ecuador vince 1-0 la finale per il terzo posto del Mondiale Under 20 contro un'Italia molto rimaneggiata. La conquista della medaglia di bronzo arriva alla fine del primo tempo supplementare quando, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Mina trova la deviazione vincente sotto porta. Dieci minuti prima Olivieri si era fatto parare un calcio di rigore.

La squadra di Nicolato si piazza così in quarta posizione. La finale per il terzo posto è una replica della partita andata in scena lo scorso 26 maggio, valida per il girone iniziale e vinta 1-0 dagli azzurri grazie al gol di Pinamonti. Oggi le motivazioni e gli stimoli sono decisamente diversi e i ritmi bassi di inizio partita ne sono piena dimostrazione. Il primo brivido (se così si può chiamare) arriva al 10’ su un mancino di Plata da oltre 25 metri che viene agevolmente bloccato da Carnesecchi, che sostituisce tra i pali il titolare Plizzari. Dopo un duro scontro in mezzo al campo tra lo stesso Plata ed Esposito, fortunatamente senza esiti negativi, arriva la prima occasione per l’Italia al 20’: Alberico prova un tiro che termina di poco fuori dallo specchio della porta. L’Ecuador comanda il possesso palla con oltre il 60%, ma alla mezz’ora una buona manovra degli azzurri, che si sviluppa da sinistra a destra, vede Candela cercare il triangolo con Alberico, ma il passaggio di quest'ultimo è fuori misura e l’azione sfuma. Nel finale di tempo Del Prato cerca il tacco a illuminare per Capone, ma il pallone arriva qualche metro indietro rispetto all’inserimento dell’attaccante.

La ripresa si apre con un’ottima occasione per gli ecuadoriani, che vanno vicinissimo al vantaggio al 56’, quando Campana scaglia un sinistro preciso che sbatte in pieno contro il palo; decisivo il tocco con le dita della mano da parte di Carnesecchi. I sudamericani sembrano inarrestabili, creandosi altre due buone opportunità nel giro di un paio di minuti, prima con Palacios (il portiere azzurro vola e manda in angolo) poi con Cifuentes, che conclude di poco a lato. A metà esatta del secondo tempo lo stacco di Campana in torsione sul cross da fermo termina fuori di circa mezzo metro. L’ultima chance dei tempi regolamentari vede Colpani sfiorare il palo con un diagonale dal limite. Al 5’ del primo supplementare Olivieri si conquista un rigore per un fallo di Quintero, ma dal discetto si fa neutralizzare il tiro da Ramirez. Al 104’ l’Ecuador passa così in vantaggio: sugli sviluppi di un calcio di punizione la palla viene spizzata e, complice anche una deviazione, favorisce la deviazione sotto porta di Mina, che vale il definitivo 1-0. La nazionale sudamericana si prende una piccola rivincita e può così mettersi meritatamente al collo la medaglia di bronzo di questo Mondiale. L’Italia chiude la competizione al quarto posto.

SUL PICCOLO SCHERMO

Conferenze stampa

Europei

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi