Home / Azzurri / Lista azzurra: Lasagna in forse

Lista azzurra: Lasagna in forse

I probabili convocati di Mancini secondo Sportmediaset

Lista azzurra: Lasagna in forse

Convocazioni extralarge. E' questa la soluzione scelta da Roberto Mancini per affrontare le gare delle qualificazioni Europee contro Grecia (l’8 giugno ad Atene) e Bosnia (l’11 giugno a Torino) : in caso di infortuni, il CT eviterà di dover ricorrere a giocatori che, finita la stagione, abbiano già staccato la spina o siano addirittura già partiti per le vacanze.

A Coverciano (convocazioni lunedì, ritrovo Sabato 1 giugno) ci sarà quindi un gruppo di 31/32 elementi, con un paio di ‘riserve’ in ogni reparto da cui l’allenatore potrà attingere in caso di necessità.

L'altra novità è il ritorno di Belotti, escluso dai convocati in ottobre, novembre e marzo. Non rispecchia i gusti e la visione del centravanti ideale di Mancini, ma il suo buon girone di ritorno e la necessità, appunto, di 'allargare' l'elenco azzurro favoriranno il suo rientro nel gruppo, pur con scarse prospettive di conquistare uno spazio importante. Reintegrare Belotti significa mettere ulteriormente a rischio la posizione di Immobile, altro centravanti per cui il CT non va matto. I due, nei ritiri di Coverciano, sono sempre insieme: compagni di stanza, mangiano l’uno di fianco all’altro, siedono vicini nello spogliatoio, entrano in campo insieme… Curioso che due grandi amici diventino rivali per guadagnarsi un posto tra i convocati. Il numero 17 della Lazio è pure in crisi (solo 4 gol nel girone di ritorno) e potrebbe rimanere a casa per fare spazio all’amico Belotti, ma riteniamo che Mancio gli voglia concedere un'altra chance.

Nell’elenco azzurro, alla voce ‘punte centrali’, potrebbe dunque esserci abbondanza di centravanti: Kean è confermatissimo (per Mancini, in prospettiva, è il più forte di tutti), Quagliarella idem, Pavoletti verrà richiamato se fisicamente ok (sembra di sì) e Lasagna piace per la sua qualità tecnica, oltre che fisica, e la capacità di adattarsi, come Kean, nel ruolo di attaccante esterno. Per Balotelli, se ne riparlerà: le sue prestazioni ma soprattutto i suoi comportamenti nella nuova esperienza a Marsiglia (troppi cartellini gialli) non hanno convinto Mancini. Oltre a Donnarumma, ormai stabilmente nella Nazionale A, saranno 6 i giocatori ‘strappati’ da Mancini all’Under 21: Mancini, Barella, Pellegrini, Zaniolo, Chiesa e Kean. Dopo Italia-Bosnia raggiungeranno direttamente il ritiro degli Azzurrini di Di Biagio a Casteldebole per poi dare il loro contributo nella ricerca di un risultato di prestigio agli Europei di categoria. Tra questi, Gianluca Mancini ha ormai scalzato Rugani nelle gerarchie azzurre dietro a Bonucci, Chiellini e Romagnoli. Lo juventino non aveva gradito le continue esclusioni a beneficio dei nuovi arrivati di turno, lo aveva fatto presente a Mancini lo scorso 20 novembre a Genk in occasione di Italia-Stati Uniti e da allora non è più stato preso in considerazione.

I probabili convocati:

PORTIERI: Donnarumma, Sirigu, Cragno

DIFENSORI CENTRALI: Bonucci, Chiellini, Romagnoli, Mancini, Izzo

DIFENSORI ESTERNI: Florenzi, Spinazzola, Biraghi, De Sciglio, Piccini (Emerson, Lazzari)

CENTROCAMPISTI: Jorginho, Barella, Verratti, Sensi, Cristante , Pellegrini, Zaniolo, (Gagliardini) ATTACCANTI ESTERNI: Bernardeschi, Chiesa, El Shaarawy, Insigne, Politano, Grifo

PUNTE CENTRALI: Quagliarella, Kean, Belotti, Immobile, Pavoletti, (Lasagna)

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Europei

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi