Home / Altri mondi / La Gsa si impone a Cento: finisce 64 a 95

La Gsa si impone a Cento: finisce 64 a 95

Una gara senza storia

La Gsa si impone a Cento: finisce 64 a 95

Netta affermazione per la Gsa che, sul parquet del fanalino di coda Baltur Cento, s'impone per 64-95, sfoderando una serata quanto mai ispirata al tiro, specie dalla lunga distanza (14-29 di squadra).

I friulani costruiscono la vittoria fin dal primo quarto. Dopo i primi minuti in equilibrio, l'Apu prende il largo chiudendo sull'8-22. La musica non cambia anche nella seconda frazione, con Udine che amministra e incrementa il vantaggio (fino a più 31), andando al riposo sul 28-55.

Dopo la pausa lunga, i padroni di casa tentano di rientrare, ma il quintetto di Martelossi nega ogni speranza alla Baltur. Udine continua a macinare canestri, archiviando il terzo quarto sul 43-72. Negli ultimi 10', i friulani gestiscono al meglio l'ampio vantaggio, festeggiando il finale sul 64-95.

Unica nota dolente un problema fisico per Powell (11 punti), costretto a uscire all'inizio del secondo quarto. Sei i bianconeri in doppia cifra; sugli scudi Simpson (17 punti), Cortese, neopapà della piccola Sofia (16 con un 12 di valutazione), Pellegrino (12 con un 20 di valutazione, costruito nell'ultima parte del match), Spanghero (14 punti e 23 di valutazione) e Penna (10), ma tutta la squadra ha interpretato al meglio il proprio ruolo.

"Sicuramente sono stati notevoli nostri meriti, in termini di approccio e percentuali al tiro", commenta a fine gara coach Alberto Martelossi. "Ma ovviamente siamo consapevoli anche delle difficoltà dell'avversaria, che sta attraversando un momento di grandi cambiamenti. Alla squadra avevo detto che questa partita Cento non la poteva vincere solo con i nuovi giocatori e che era fondamentale non sottovalutare alcun elemento del roster. E su questo direi che il lavoro è stato perfetto".

“Eccoci qui: la squadra è stata costruita per questo", sono le parole del presidente Alessandro Pedone. "Per correre, passarsi la palla, giocare insieme, dare spettacolo, divertirsi e fare divertire. Abbiamo avuto un approccio alla partita perfetto, con una velocità di gioco che ha annichilito l'avversario. Due punti strameritati, con il coach che ha preso in mano la squadra con un piglio e una decisione veramente ammirevoli, complimenti Martello. Adesso, godiamoci la classifica, e a testa bassa alleniamoci al meglio per il prossimo match con Roseto, che è squadra molto tosta, soprattutto in casa. Bravi ragazzi e avanti così”.

SUL PICCOLO SCHERMO

Blog bianconeri

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Altri mondi