Home / Altri mondi / L'Apu Gsa batte anche Piacenza

L'Apu Gsa batte anche Piacenza

76-68 il finale

L\u0027Apu Gsa batte anche Piacenza

Dopo il blitz di Ravenna, l'Apu torna tra le mura amiche contro l’Assigeco Piacenza che, all'andata, i friulani avevano superato per 65-73 al PalaBanca. Buone notizie dall'infermeria, con Marshawn Powell tornato a disposizione di coach Martelossi dopo l’operazione al menisco del ginocchio sinistro. Missione compiuta per la Gsa che, pur non convincendo, supera l'Assigeco per 76-68.

LA CRONACA.

In un'atmosfera surreale, con il Settore D in 'sciopero' per buona parte del primo quarto, Udine parte a tutto gas, con la tripla di Cortese e i canestri di Pellegrino e Nikolic (7-0). Serie di errori prima del nuovo canestro di Pellegrino (9-0, dopo 2'). Ancora Cortese dalla lunga distanza per il 12-0, che costringe coach Ceccarelli al time out, quando sono passati 3' e i suoi sono ancora al palo. E' Ogide a sbloccare il punteggio, dalla lunetta, dopo quasi quattro minuti (12-2). Formenti manda in lunetta Nikolic, che non sbaglia (14-2). Ancora Ogide a muovere il tabellone, con il primo canestro su azione da tre (14-5). Cortese dalla linea della carità non fallisce; sul cambio di fronte è ancora Ogide a segnare, ma la bomba di Nikolic porta i friulani sul 19-7. Ancora Nikolic protagonista sotto le plance, prima della replica di Turini (21-9). Sul cambio di fronte è sempre Odige a muovere il punteggio, conquistando canestro e fallo (21-12). Si sblocca Simpson, prima della tripla di Murry che manda le squadre al primo riposo sul 23-15.

Si parte con Murry e Vangelov a segno (23-19). Mortellaro dalla lunetta fa uno su due, prima del canestro di Vangelov, che ricuce lo scarto per gli ospiti (24-21). Ci pensa Nikolic ad allungare di nuovo (26-21, quando sono passati 2'15''). Rientra Powell, mentre Vangelov dalla lunetta non sbaglia (26-23). Al centro di Mortellaro, risponde, dalla lunga, Ihedioha (28-26). Entrambe le formazioni litigano con il canestro e coach Martelossi chiama tempo. Dopo aver fallito dalla lunetta, Murry piazza la tripla del vantaggio per Piacenza (28-29, dopo 5' di gioco). Ogide allunga, ma ci pensa Powell, dalla lunga, a rispondere, prima della controreplica, sempre da tre, di Sabatini (31-34). Il cronometro scorre con poche emozioni fino alla palla rubata e poi recuperata da Penna, che si prende l'applauso del Carnera. Simpson ai liberi non sbaglia, prima della schiacciata di Ogide (33-36). Pellegrino risponde da sotto le plance (35-36), 'provocando' il time-out piacentino, quando mancano 19'9''. Penna h anelle mani la tripla, ma non va a segno. Si va così al riposo lungo sul 35-36.

Si riparte con la tripla, questa volta realizzata, di Penna, a cui replica, dalla lunga, Ogide (38-39). E' Nikolic a firmare il nuovo allungo friulano (40-39). Serie di passaggi a vuoto, prima del nuovo canestro di Nikolic (42-39, dopo 3' di gioco). E' sempre il numero 25 udinese a muovere il tabellone (44-39), mentre Piacenza continua a sbagliare. E' Murry, dalla lunetta, a rimettere in moto l'Assigeco, prima del canestro 'al volo' di Simpson (che cade, ma per fortuna si rialza, per il 46-41, quando sono trascorsi 5'38''). Mortellaro commette fallo su Ogide, che fa uno su due (46-42). Formenti piazza la bomba, ma Mortellaro dalla linea della carità mantiene le distanze (48-45). A Powell, da sotto, risponde Ogide dalla lunghissima distanza, prima del centro di Piccoli che firma il nuovo pareggio (50-50), quando manca poco più di un minuto alla sirena. Al centro di Murry replica Spanghero dalla lunetta (e sono i primi due punti per lui), prima della bomba di Ogide del 52-55 che chiude il terzo quarto.

Si ricomincia con il centro di Mortellaro e un libero di Murry (54-56). Dopo una serie di errori, è Vangelov ad andare a segno (54-58). Nikolic, dalla lunetta, non sbaglia (56-58, quando sono trascorsi 2'30''). Ancora errori, prima della tripla di Spanghero che riaccende il Carnera (59-58, quando sono trascorsi 3'31''). E' nuovamente il numero 45 Apu ad andare a centro, prima di un leggero infortunio che lo costringe a uscire dal parquet (61-58, quando mancano 5'40''). Simpson manda in lunetta Ogide, che fa zero su due. Sul cambio di fronte, Mortellaro conquista canestro e fallo, ma il libero non va (63-58). Canestro e fallo anche per Ogide (pure lui non arrotonda dalla lunetta), prima della tripla di Simpson (66-60). Arriva subito la risposta da tre di Murry, che si ripete, da dentro l'area, per il 66-65 (a 3'38'' dalla sirena). Coach Martelossi chiama minuto e rimette in campo Pellegrino. Ihedioha spedisce ai liberi Cortese, che non sbaglia (68-65). E' ancora Nikolic ad accendere il tifo, con una schiacciata su assist di Penna (70-65). Pellegrino concede due tiri dalla lunetta a Ogide, che questa volta non sbaglia (70-67, quando mancano 2'). Anche Penna dalla linea della carità non sbaglia (72-67). Importante rimbalzo di Nikolic, che consente a Penna di firmare un'altra bomba (74-67, a 50''). Fallo di Formenti, che manda in lunetta Nikolic, che non sbaglia (76-67, a 34'' dal termine). Nel finale, c'è ancora spazio per i liberi di Ihedioha, che fa uno su due, per il definitivo 76-68.

SUL PICCOLO SCHERMO

Blog bianconeri

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Altri mondi