Home / Vita da Club / Udinese Club Corgnolo: 40 anni di grande passione bianconera

Udinese Club Corgnolo: 40 anni di grande passione bianconera

Ieri la festa, assente la società

Udinese Club Corgnolo: 40 anni di grande passione bianconera

Quaranta anni: una lunga storia bianconera. Questo festeggiava ieri sera l'Udinese Club Corgnolo con tanti amici veri e grandi ex del passato come Sigfrido Marcatti, Dino Galparoli e Franco Bonora, figure indimenticate di tempi memorabili. Loro c'erano a rendere omaggio ad un sodalizio nato in una piccola frazione di poche centinaia di anime nel comune di Porpetto, un gruppo di tifosi che ha dato vita ad uno dei club piu storici, attivi e numerosi: gli unici, tanto per fare un esempio, ad aver seguito l'Udinese anche a Mosca.

Oggi la presidente Jessica Del Pin, figlia di Elvio (uno dei fondatori e per tanti anni presidente) e Loredana, entrambi nel direttivo, porta avanti con grande passione ed impegno la vita del club, guardando già anche al futuro. Sì, perchè la storia continua con il piccolo Morgan di pochi mesi, che è già andato allo stadio con mamma e papà (Gabriele Zorat, anche lui tifosissimo dell'Udinese) e che crescerà nel bianconero vero, quello friulano.

Ora, però, si lavora per il presente in un momento in cui l'amore per l'Udinese deve sconfiggere le amarezze che, purtroppo, non sono date solo dai risultati.

Jessica ne ha parlato, affidando il suo pensiero ad una sorta di 'lettera aperta' postata sul suo profilo Facebook:

"Udinese Club Corgnolo: 40 anni in bianconero

Festeggiamo 40 anni di tifo e di sostegno alla nostra Udinese senza la presenza dell'Udinese!!!

Sembra un ossimoro ma è proprio cosí: l'Udinese ha deciso di non essere presente alla nostra festa. In questi 40 anni noi ne abbiamo visti di giocatori, allenatori ed anche presidenti passare sotto i ponti e poi, alla fine, come sempre rimaniamo solo noi! Noi che facciamo l'abbonamento sempre a scatola chiusa, diamo fiducia cieca alla nostra Udinese ma non a chi costruisce la squadra sorridendo della nostra ingenuitá. L'amore per la nostra squadra ci ha portato a seguirla in Europa ed in Italia (da Mosca a Praga, da Cagliari a Palermo) sempre orgogliosi della nostra sciarpa al collo e della nostra friulanitá. Ci siamo fatti conoscere con la nostra squadra che raggiungeva traguardi importanti e con il nostro modo unico di vedere il tifo in compagnia e con sano divertimento.

Poi peró negli ultimi anni siamo rimasti solo noi!!! La squadra si é sciolta come neve al sole di primavera, anno dopo anno abbiamo visto Udinesi sempre più povere sotto ogni aspetto: professionale, umano, sportivo. Chi dobbiamo ringraziare per questo abisso? La risposta non puó che essere la Societá, é sempre il proprietario il primo responsabile e mai come questa volta ne sono convinta! Abbiamo un meraviglioso Nuovo Stadio Friuli ma non abbiamo una squadra all'altezza!!!

Questo stadio ed i friulani meritano competizioni di un'altra levatura. Negli ultimi 20 anni l'Udinese ha raggiunto traguardi importanti ed internazionali grazie ad alcuni campioni ma anche e soprattutto grazie a molti buoni calciatori che, per impegno e determinazione, in campo diventavano dei valori aggiunti! Nel cuore dei tifosi friulani sono rimasti non solo i campioni ma anche questi ragazzi che hanno amato la maglia bianconera e che l'hanno onorata nel modo migliore... i risultati sono arrivati proprio per questo!!!

Tutto questo per dire che i friulani non si sono fatti la bocca troppo buona come dice qualcuno ma apprezzano l'impegno e la fatica perché sono nel loro dna. Le Udinesi degli ultimi anni non sono questo ed i risultati ne sono lo specchio! Siamo pieni di calciatori che non sanno neppure bene dove si trovano e chi siamo quindi non faticheranno mai per noi.

Perché tutto questo? Perché la Societá Udinese é la prima a non essere presente né in Friuli né in mezzo ai tifosi friulani quindi non puó essere certo di esempio. Anzi si é cercato sempre di tenere questi professionisti asetticamente lontano da noi come si fá oggi quí! Per i nostri 40 anni di affetto e di tifo incondizionato l'Udinese doveva esserci anche e soprattutto in questo momento: doveva esserci la Societá perché la faccia bisogna mettercela quando le cose non vanno non solo quando gira bene per ricevere complimenti e dovevano esserci i calciatori perché capissero in che luogo meraviglioso si trovano... sarebbero stati accolti con una pacca sulla spalla ed un sorriso e probabilmente domenica prossima l'impegno per la maglia sarebbe stato maggiore dopo aver visto in faccia questi meravigliosi tifosi! Avete perso una grossa occasione perché i bagni di folla ma anche quelli di umiltá servono sempre!!! Tanto rispetto abbiamo dato in questi anni a chi invece non ne ha mai dato a noi... attenti perché i grandi amori se non adeguatamente onorati si rompono! Come sempre passeranno giocatori, allenatori e presidenti sotto i ponti e rimarremo sempre e solo noi con la nostra sciarpa al collo ed il cuore bianconero!

Jessica Del Pin Presidente Udinese Club Cognolo"

14 Commenti
bisiacris

Discorso che condivido dalla prima all’ultima parola.

jessicadelpin@libero.it

Grazie davvero a tutti per le belle parole! Le mie parole sono uscite a braccio in un attimo perché mi bruciavano e mi fá molto piacere avere involontariamente dato voce anche ad altri tifosi friulani.
Ringrazio in particolare Allanon perché ha risposto a Selmosson come avrei fatto io... concordo in tutto!!!
Mandi a duç ricordando sempre che "l'Udinese siamo noi solo noi!!!"

Allanon

emoticon

Greta

Cara Jessica hai detto esattamente quello che pensa la gran parte dei tifosi, anzi, dovrebbero accodarsi anche gli altri clubs, Auc in testa e ultras, ma troppi interessi ci sono, quindi è meglio continuare a dire di tutto e di più nei bar, al terzo tempo, ecc. ma davanti a Lor Signori stendere sempre il tappeto rosso.
Un po' di coerenza e rispetto verso se stessi e chi rappresentano non sarebbe male.
P.S. Avete visto che casino hanno fatto i tifosi della Juve? E loro sono sempre lassù...

selmosson

cara jessica tu hai messo l'affetto i pozzo i soldi e tanti .. sanson si è mangiato l'azienda per l'udinese e la figlia di sanson lavora per vivere ,quando con i soldi spesi all'epoca per l'udinese in cui tuo padre fondava il club, poteva vivere alle hawaii sulla spiaggia con un cocktail in mano. censurate anche questo commento e continuiamo a buttare cacca sulla società che arriveranno sicuramente i risultati .

Allanon

Selmo scusa ma non capisco il tuo discorso. Vero che i Pozzo hanno messo tanti soldi nell'Udinese, ma è altrettanto vero che, per bravura loro e per una serie di coincidenze fortunate, ne hanno ricavati ben di più. Quindi? fa parte dell'essere imprenditore. Che poi la figlia di Sanson debba lavorare per vivere, mi spiace per lei, ma è quello che più o meno fanno tutti, quindi quel'è il problema? Nessuno chiede che i Pozzo mettano i soldi a fondo perduto nell'Udinese, e che vivano di gloria. Si chiede sostanzialmente di gestire l'azienda Udinese nel rispetto delle regole morali che permettono di distinguere tra "bravi imprenditori" attenti a tutte le componenti aziendali (ricavi, condizioni dei lavoratori, rispetto per il lavoro, rispetto per la comunità in cui è insediata l'azienda, chiarezza di obiettivi, ecc...) e cattivi imprenditori, il cui unico scopo è il maggior profitto possibile a scapito di tutto il resto. Uno non è un eroe solo perchè è un imprenditore; lo diventa se è un buon imprenditore, che fa prosperare la sua azienda nel territorio e nel mercato in cui è insediata.

selmosson

al
. sanson , tutti lavorano? con i soldi che il padre ha speso per portare l'udin in serie a poteva stare alle hawaii invece si è mangiato l'azienda , per parallellismo venditi la casa e porta si soldi al gino per prendere qualche giocatore ,
ha fatto i soldi ? e chi te lo ha detto quel viscido di giornalista , leggiti i bilanci anche sul watford per capire che sono balle . li metti tu o i tuoi amici i soldi del disavanzo? .. volete insegnare a chi da 40 anni gestisce la squadra come fare ^?. se si fanno tanti soldi andatevela a compararvela cosi diventate ancora piu ricchi. ahahah .. cacciate i soldi e compratevela , con i soldi degli abbonamenti non pagano nemmeno la logistica .. altro che acquisti di 15 milioni .. la squadra è di chi la compra e ci mette la grana e rischia il proprio patrimonio ..

Primiero bianconera

Complimenti bellissima lettera praticamente dice tutto sulla situazione attuale dell'Udinese! Purtroppo succede molto spesso che chi dovrebbe metterci la faccia c'è l'hanno come il culo!

Allanon


Lettera bellissima, che a tratti mi ha commosso! emoticon Stamparne 11.800 copie o quanti sono gli abbonati quest'anno, e attaccarle in tutti gli ufficici, bar, palestre, spogliatori, corridoi e persinio nei cessi dell Stadio Friuli, in modo che chi lavora per l'Udinese la impari a memoria come una preghiera! Altre 10.000 copie le farei recapitare dall'alto sulla casa di Gino a Londra, come fece D'Annunzio su Vienna!

udine76

In modo civile ed educato ha spiegato il pensiero di tutti noi tifosi ! Non c e più niente e fiducia 0 per il futuro

Gianca

Niente da dire se non... Brava Jessica!!!

selmosson

cara jessica auguri per il club e per i suoi 40 anni. è stato fondato nel 78 quando il sig.sanson con giacomini alla guida, che qui molti deridono non rispettando l'età e quello che ha dato , portavano l'udinese alla doppia promozione in serie a . sanson spese talmente tanti soldi che fini per perdere l'azienda e la figlia per vivere ora deve lavorare invece di starsene in spiaggia alle hawaii con i soldi spesi per l'udinese. l'udinese prima veniva da 15 anni di serie c . andata in a ce stata la parentesi mazza-rex-zico che ci portò a nessun risultato calcistico ,ma al fallimento con mazza che veniva allo stadio a chiedere di finanziare noi la squadra non con il semplice abbonamento ma con dei soldi extra. poi arrivò pozzo che si accollò tutti i debiti e ci ha mantenuto in serie a fino ad ora portandoci quando è andata bene in europa . onore ai meriti ..
se la società veniva alla festa mi sarei incavolato ,perchè con i problemi che ci sono in società non mi sembrano i giorni di far festa , ma di mettersi sotto a lavorare tutti assieme per tornare dopo 3 mesi a fare almeno 1 punto .

Uafa81

Affiggetela alle porte degli uffici societari, sempre che qualcuno passi casualmente da quelle parti... Tanti cari auguri al club per i 40 anni.

stellar67

da qui si vede quale è la consistenza dei dirigenti della società .......

Sul piccolo schermo

Interviste esclusive

Conferenze stampa

Vita da Club

Coppa Italia

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio