Home / Rassegna stampa / Tuttosport: Scuffet è tornato, però la squadra spesso si perde

Tuttosport: Scuffet è tornato, però la squadra spesso si perde

Adesso il Napoli è anche imprevedibile. Tanti i gol subiti

Tuttosport: Scuffet è tornato, però la squadra spesso si perde

Tuttosport fa oggi il check up alla serie A. Questa l'analisi di Udinese e Napoli, avversarie sabato alle 20,30 al 'Friuli':

UDINESE - 

COSA VA - L'Udinese ha trovato un gioco che diverte e questo è probabilmente merito del lavoro di Velazquez. Rispetto al passato ha maggiore velocità e movimento nelle azioni. Positivo il recupero di Scuffet tra i pali: il portiere era finito nel dimenticatoio. Bene anche la crescita esponenziale di De Paul e l'approccio alla serie A di Ekong.

COSA NON VA - Da rivedere ancora alcuni black out in fase difensiva che spesso portano a subire gol evitabili. Manca ancora un po' di esperienza. E mancano pure i gol degli attaccanti: soffre Lasagna da solo nel 4-1-4-1, autore di una sola rete realizzata da subentrante. Fase realizzativa tutta da rivedere.

NAPOLI - 

COSA VA - L'affiatamento e l'impianto tattico. Il Napoli oggi spaventa perchè è diventato imprevedibile, sia nelle soluzioni offensive con Insigne inatteso cannibale dell'area di rigore, sia nelle coperture garantite dal 4-4-2 elastico e che dà alla difesa maggiore protezione, anche grazie ai ripiegamenti dei due esterni Callejon e Zielinski.

COSA NON VA - Il Napoli deve trovare maggiore equilibrio in difesa. Frosinone, Chievo e Genoa sono le uniche squadre che hanno subito meno reti degli azzurri. Dieci per la precisione, nel giro di 8 giornate anche se 6 sono arrivati nelle prime tre sfide di serie A mentre gli altri 4 nelle successive 5, comprese le 3 subite dalla Juventus.

SUL PICCOLO SCHERMO

Blog bianconeri

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio