Home / Notizie varie / Una partita particolare

Una partita particolare

Il derby non sarà mai come le altre gare

Una partita particolare

Non sarà il derby degli anni '80, ma Verona-Udinese ha sempe un fascino particolare. Non come quello 'originale' con la Triestina, ma è pur sempre figlio dell'italico campanilismo che divide città vicine, specie se di una stessa area geografica e distanti soprattutto per modo di vivere e pensare. Verona e Udine sono agli antipodi: 'goderecci e lavoratori' i primi, 'pragmatici e lavoratori' i secondi. La differenza c'è.

Le due squadre incarnano lo spirito dei due tecnici: 'godereccio e lavoratore' il primo, a volte perfino sopra le righe, 'pragmatico e lavoratore ils econdo', mai sopra le righe, tanto che a volte gli equivoci nascono proprio da questo.

E pensare che qualcuno tempo fa pensava che potessero perfino scambiarsi la panchina: fantascienza. Onestamente, seppur bravo, Mandorlini non lo vedremmo a Udine. Qui c'è bisogno di qualuno che abbia un cuore che batte per questa maglia, e Guidolin tra i suoi difetti, ha questo pregio. NOn sappiamo se basterà a confermarlo, se così non fosse servirà quelcuno che incarni questo spirito.

Le due squadre, intanto, rispecchiano i loro mister: il Verona gioca sì con tre punte, ma punta molto sulle ripartenze. Guidolin più semplicemente non usa tre punte, parte direttamente l'azione dalla fase difensiva. A volte sono sottigliezze, doiventano macroscopiche quando la classifica si allunga e gialloblu e Udinese sono divisi da molti punti. Inutile recriminare, ognuno ha quel che si merita e quest'anno l'udinese ha meritato critiche e dubbi.

A Vwerona, però, in un derby tutto può accadere: vuoi perché Madorlini e Guidolin non si scambieranno le panchine, ma sono pur sempre ex, e vorranno fare male alle squadre che li hanno sedotti e abbandonati in poco tempo. Poi per l'Udinese sai che gioia sportiva togliere definitivamente la possibilità di giocare l'Europa ai rivali?

Di motivazioni non mancano, di sfumature nemmeno. Il derby ne è pieno, con l'ombra di Bagnoli grande maestro di calcio che racccorda passato e presente. Lo scudetto gialloblu, Guidolin sua piccola grande invenzione mai affermata, la sua impalpapbile presenza come maestro di un calcio che dovrebbe essere ma nin c'è più.

Riscoprirlo magari sabato sarebbe una bella cosa visti i tempi.

Articoli correlati
5 Commenti
ufodiktator1974

baratterei subito uno scudetto con successiva retrocessione in serie C piuttosto dell'anonimato perenne. per quanto riguarda la curva non è questo il posto per parlarne ma ormai a udine è morto tutto e te lo dice una persona che l'ha frequentata per molto tempo

bassofriuli

Mi si permetta una battuta...con tutti i punti che abbiamo regalato a destra e a manca quest anno, diamogliene 3 anche a loro!! Sono sinceramente quelli che si meriterebbero più di tutti l Europa...sono sempre stati lì davanti, non rinunciando mai a giocare un calcio spettacolare e coraggioso...se lo meritano davvero, altro che le metropolitane pompate dalla stampa....ma alla fine si sa già come andrà a finire, l ultima squadra a farcela ad andare contro (gli interessi di) tutti e tutto fu proprio l Udinese del Guido ed in più stagioni...e a tal proposito quindi sono d accordo che se ne vada ma c è una bella differenza tra il dire che il ciclo è finito e l ambiente è depresso, ed il dire invece che è un completo incapace senza riconoscergli nulla; gli rimprovero moltissimo ma penso che abbia ragione a dire che il tempo sarà galantuomo, almeno su questo. emoticon

ufodiktator1974

il verona ha vinto lo scudetto, giocato in coppa dei campioni (non in Champions in coppa dei campioni che era una cosa seria) fatto una finale di coppa italia con la roma. la rivalità tra le curve non si sente più perché la nostra curva non c'è più (non perché la stanno abbattendo)

barpawer

Non è che se hai vinto uno scudetto te la puoi tirare per secoli, esaltiamo anche la Pro Vercelli allora...

In quanto a curve, la nostra è sparpagliata in vari settori, ne riparleremo con lo stadi0 nuovo.

pa170

partita inutile
la rivalità con verona non si sente più perchè, stagione a parte, l'udinese è la squadra di gran lunga più ricca e forte del triveneto
lasciamoli cantare faccetta nera che così sono felici

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

I cugini di Gran Bretagna

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Altri mondi

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori