Home / Notizie dalle altre squadre / Di Natale: "Sarri pratica un bel gioco, mi sarei divertito nel tridente azzurro"

Di Natale: "Sarri pratica un bel gioco, mi sarei divertito nel tridente azzurro"

"Repubblica" ha intervistato l'ex bomber bianconero

Di Natale:

L'edizione odierna del quotidiano Repubblica riporta una lunga intervista ad Antonio Di Natale. L'ex bomber bianconero ha parlato soprattutto della lotta scudetto tra Juve e Napoli e, com'è ovvio che sia date le sue origini, Totò si è schierato apertamente a favore dei partenopei: "Tifo Napoli. Sto seguendo la lotta scudetto e posso dire che il Napoli si è rilanciato alla grande con la vittoria di Torino contro la Juventus. Per noi napoletani vincere con i bianconeri in trasferta è sempre una gioia. Non capita spesso. Ma adesso bisogna guardare avanti. La Juventus non mollerà, quindi il Napoli dovrà fare l’en-plein nelle prossime quattro partite per provare a vincere lo scudetto. Per ora siamo al 50% delle possibilità sia per la Juve che per il Napoli. Tra l’altro sono anche scaramantico da buon napoletano e quindi non aggiungo altro. Aspettiamo le prossime gare".

Immancabile un suo giudizio anche sugli attaccanti azzurri: "Insigne sta dimostrando di essere un grande giocatore. Ora deve fare ancora di più nelle prossime 4 gare per centrare l’obiettivo tricolore. Mertens non segna dal 3 marzo, è un attaccante forte e non bisogna drammatizzare. Sono periodi che capitano. E’ successo anche a me nel 2009 quando restai a secco per due mesi, poi vinsi il titolo di capocannoniere con 29 gol. Consiglio a Dries di stare tranquillo. Il ritorno di Milik è sicuramente una buona notizia per Sarri. Parliamo di un giocatore forte che ha dimostrato le sue qualità da quando è rientrato dall’infortunio al crociato".

E su Sarri: "Il mister pratica un bel calcio, è l’ideale per noi attaccanti. Sicuramente mi sarei divertito tanto nel tridente azzurro, ma devo dire che ho fatto tanti gol pure ad Udine con Alexis Sanchez, quando in panchina c’era Guidolin".

Infine qualche battuta sul presente: "Mi occupo della mia società, il Donatello Calcio che si trova ad Udine dove vivo con la mia famiglia da quando ho lasciato il calcio giocato. Ho sempre voluto lavorare con i giovani e quindi sono davvero soddisfatto. E’ una strada che mi piace molto"

7 Commenti
bianconeri

se Udine ti avesse ceduto al Napoli saresti venuto a giocare contro di noi oppure ti saresti dato ammalato ? ( come tante altre volte )

Ludwig

Totò non si ricorda il tridente di Zac..
Amoroso-Bierhoff-Poggi.😢

Ed.Straker

Mah, da quanto mi risulta non vive più ad Udine ma ci viene saltuariamente...

friulidoc

Sì, a 20 anni! I tre davanti di Sarri corrono come matti, di natale negli ultimi anni non sudava nemmeno

zinne

ma vive a udine??? non era andato a vivere ad empoli???

Allanon

Mi sembra un secolo fa....

gallina

effettivamente nel tridente di sarri sarebbe stato perfetto di natale...
come anche nel attacco della Juve...in quello del Real in quello del bayern ..in quello del liverpool..etc etc

Sul piccolo schermo

Conferenze stampa

Vita da Club

Altri mondi

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio