Home / Mondiali / La Francia batte la Croazia 4-2: è campione del mondo

La Francia batte la Croazia 4-2: è campione del mondo

Blues campioni per la seconda volta

La Francia batte la Croazia 4-2: è campione del mondo

La finale dei Mondiali va alla Francia, campione per la seconda volta: a segno anche Pogba e Mbappé. 20 anni dopo, Parigi può nuovamente fare festa.

 Il cielo è bleu sopra Mosca. La Francia è campione del Mondo per la seconda volta, a 20 anni di distanza da Parigi 1998. Al Luzhniki, gli uomini di Deschamps hanno la meglio per 4-2 su una Croazia valorosa ma costretta a cedere le armi. Pogba e il baby fenomeno Mbappé ancora a segno, mentre ai croati non bastano le reti 'italiane' di Perisic e Mandzukic. Due anni dopo la grande delusione col Portogallo, la Francia può far festa.

Francia con il consueto 11 e il consueto tridente: Griezmann e Mbappé a supportare il centravanti Giroud. La Croazia recupera tutti: anche Perisic, apparentemente in dubbio alla vigilia. In campo anche Brozovic, schierato davanti alla difesa con Modric più libero di creare.

 Francia contratta, tesa, nervosa. Croazia più sciolta. Nessuna occasione vera, ma i biancorossi comandano il campo. Fino al 18', il minuto del vantaggio francese firmato dall'autorete di Mandzukic: azione viziata da una simulazione abbastanza netta di Griezmann, che l'arbitro Pitana, sbagliando, 'premia' con il calcio di punizione da cui nascerà la rete. Vuoi un business da campioni? Scopri di più La Croazia non ci sta e pareggia con Perisic, bravissimo a battere Lloris concretizzando una serie di buone azioni offensive. Ma al 38' segna su rigore Griezmann, 'aiutato' dalla decisione del VAR di punire un mani largo in area di Perisic.

Due palloni vaganti in area, un'autorete e un goal dal dischetto: il primo tempo francese si conclude così. Rebic spaventa subito Lloris al rientro dagli spogliatoi, poi la gara prende sempre più una piega precisa. E, in pratica, si chiude in 7 minuti dal 58' al 65': prima Pogba e poi Mbappé fanno una fotografia a Subasic, indirizzando il trofeo nella direzione di Parigi. A riaprire parzialmente la finale è un incredibile errore di Lloris, che consente a Mandzukic di accorciare sul 4-2, ma la strada è ormai segnata: la Croazia tenta qualche assalto finale, ma non spaventa più i Bleus, che con esperienza trascinano la gara verso il triplice fischio. Nell'Esagono, la grande festa può cominciare.

I GOAL

18' AUT. MANDZUKIC 1-0 - Punizione liftata di Griezmann e maldestra spizzata verso la propria porta del centravanti della Juventus, che sorprende Subasic.

28' PERISIC 1-1 - Palla vagante nei 16 metri che i francesi non riescono a liberare, Perisic calcia di controbalzo col sinistro e batte Lloris.

38' RIG. GRIEZMANN 2-1 - Angolo da destra e braccio largo di Perisic: Pitana consulta il VAR e successivamente indica il dischetto, consentendo a Griezmann di spiazzare Subasic.

59' POGBA 3-1 - Accelerazione di Mbappé e Griezmann tocca all'indietro per Pogba: prima conclusione dal limite respinta, seconda in rete con Subasic immobile.

65' MBAPPÉ 4-1 - Destro secco da fuori area, Subasic è forse coperto e ancora una volta non si muove: palla in rete per la quarta volta.

68' MANDZUKIC 4-2 - Incredibile errore di Lloris, che dopo un retropassaggio di Umtiti sbaglia completamente il dribbling su Mandzukic: lo juventino tocca e la palla rotola lentamente in rete.

I MIGLIORI

FRANCIA: GRIEZMANN. Dal suo sinistro nasce l'autorete di Mandzukic e si conferma freddissimo dal dischetto. Prezioso anche in aiuto senza palla nel finale: la vittoria della Francia è gran parte merito suo.

CROAZIA: PERISIC. Segna un goal da campione ed è sempre nel vivo del gioco offensivo croato. Suo però il tocco di mano nella propria area che riporta la Francia avanti.

I PEGGIORI

FRANCIA: LLORIS. Non ha particolari colpe sulla rete di Perisic, clamorosa la 'papera' su Mandzukic: per sua fortuna non incide sul risultato finale.

CROAZIA: SUBASIC. Incolpevole sull'autorete di Mandzukic, ma è poco reattivo sulle conclusioni da fuori che chiudono il match.

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio