Home / L’avversario di turno / Qui Crotone: con fiducia verso il Friuli

Qui Crotone: con fiducia verso il Friuli

La situazione in casa dei calabresi secondo Giatur de 'ilRossoBlu.it'

Qui Crotone: con fiducia verso il Friuli

Mentre l'Italia vede nella sfida tra Juventus e Napoli il big match della 34esima giornata, in Friuli e Calabria la febbre è alta per lo scontro salvezza tra Udinese e Crotone. Le due squadre vivono stati d'animo molto diversi. In casa bianconera la situazione è di massima allerta; in casa  rossoblu è ancora grande l'entusiasmo per il pareggio strappato alla Juventus.

Come approcciano i calabresi la trasferta in Friuli? Ce lo racconta in esclusiva il collega Giatur di 'ilRossoblu.it' in questo articolo:

"Beh, ammettiamolo! Siamo ancora tramortiti dalla sbornia presa mercoledì sera. La prestazione del Crotone contro la capolista è stata una di quelle che non solo rimarrà nella storia, ma che potrebbe tranquillamente diventare la chiave di volta del campionato rossoblu. Andare in svantaggio contro la Juventus, non abbattersi, reagire, agguantare il pareggio con un gol capolavoro e poi resistere all'attacco più forte d'Italia, tutto questo non può e non deve essere ridotto ad una giornata no della capolista, così come ha tentato di fare Allegri nel dopopartita, ma deve essere considerato come il valore del potenziale esprimibile dalla squadra di Zenga. Questa considerazione vale molto di più se si pensa che la prestazione di mercoledì è stata ottenuta schierando in campo le seconde e terze linee. Un Crotone senza Benali, Budimir, Nalini, Ricci, Tumminello e Trotta (questi ultimi quattro in panchina e di questi solo l'ex Sassuolo utilizzato dall'allenatore rossoblu), e con in campo Simy (terza scelta di Zenga), Rhoden (divenuto oggetto misterioso dalla dipartita di Nicola) e Diaby (diciannovenne all'esordio in serie A dal primo minuto) dà il senso del reale valore del gruppo rossoblu. Su queste basi ora il mister deve saper costruire il rush finale, senza montarsi la testa, mantenendo la stessa umiltà messa in campo contro la Juventus, e soprattutto senza perdere la convinzione nei propri mezzi. 

Questi sono gli ingredienti per costruire la salvezza, aggiungendo, per dare sapore, quel pizzico (si fa per dire) di 'follia' autodenunciata da Walter Zenga. Da ieri sera il Crotone è in ritiro a Steccato di Cutro per ritrovare la concentrazione giusta per affrontare l'Udinese. 
Sfida per nulla facile e che presenta tante, troppe insidie per i rossoblu. La speranza di molti è che, vista la similitudine cromatica con la Juve, i ragazzi ripetano la stessa prestazione. Ad oggi, tranne Benali e Budimir, tutto il resto della truppa è arruolabile  per la sfida del Friuli. Azzardare la formazione non è cosa facile anche se, rispetto a mercoledì sera, potremmo vedere pochi cambiamenti, dipenderà dalle condizioni di Nalini, che potrebbe essere schierato al posto di Rhoden, mentre sull'altro versante dell'attacco rossoblu potrebbe agire il solito Ricci oppure sfruttare la velocità di Diaby contro una Udinese che cercherà da subito di imporre ritmi e gioco lasciando, magari, qualche spazio alle ripartenze dei rossoblu. La punta difficilmente sarà qualcuno diverso da Simy che dopo il gol contro la Juventus si candida ad essere uno dei punti fermi della squadra di Zenga".

 

Giatur per 'ilRossoBlu.it'

2 Commenti
InGinoWeTrust

Partiamo da una quasi certezza: 2 gol li prendiamo....

pa170

Che cazzo come ci siamo ridotti

SUL PICCOLO SCHERMO

Conferenze stampa

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio