Home / Interviste esclusive / Pizzul a Bianconero: "Secondo tempo molto bene per l'Udinese ieri contro il Chievo, mi è piaciuto Pussetto"

Pizzul a Bianconero: "Secondo tempo molto bene per l'Udinese ieri contro il Chievo, mi è piaciuto Pussetto"

Bruno Pizzul ha analizzato la partita di ieri nel consueto appuntamento del lunedì sera a Telefriuli

Pizzul a Bianconero:  Secondo tempo molto bene per l\u0027Udinese ieri contro il Chievo, mi è piaciuto Pussetto

Bruno Pizzul ha detto la sua sulla bella vittoria di ieri dell'Udinese sul difficile campo del Chievo Verona ospite, come ogni sera, della trasmissione Bianconero su Telefriuli.

"Il secondo tempo di ieri dell'Udinese mi è piaciuto. La squadra non è andata mai in difficoltà ed ha avuto almeno 4 occasioni da gol. Pussetto ha giocato bene e anche Teodorczyk ha fatto quello che doveva fare. I 4 centrocampisti dovevano bloccare i rifornimenti ai trequartisti del Chievo e ci sono riusciti alla perfezione, Mandragora si è visto poco, ma avrà fatto 100 km. Ha corso come un pazzo, andando a pressare il difensore avversario, i trequartisti del Chievo non hanno mai avuto occasioni di rilievo. Ieri Pussetto ha giocato benissimo, mentre invece alcuni gli hanno dato 5,5 in pagella, quando invece ha tirato matto l’uomo che lo marcava, ma lasciamo stare questi numeri con i voti, le pagelle a volte sono una grande presa per i fondelli". 

"La partita di ieri era temibile no non vincerla, ma perderla. Era bloccata perché bisognava prima studiare la situazione in campo. Velazquez è un allenatore che adotta un gioco che si adatta agli avversari, e anche il Chievo gioca sempre cambiando la situazione: hanno il centravanti che ogni tanto fa il falso 9, altre volte gioca avanzato. Inoltre, il Chievo aveva il morale alto, veniva da due partite giocate bene, soprattutto contro la Roma dove aveva recuperato 2 gol, vuol dire che non sei da buttare se recuperi 2 gol all’Olimpico".

“Dipende sempre da come si parte, ad esempio Mandragora di solito gioca più arretrato, ieri ha giocato più avanzato per chiudere le linee di gioco. Chi dice che che Mandragora ieri non ha fatto niente non ha per nulla ragione. Anzi, ha fatto un lavoro oscuro incredibile. Mandragora non è piaciuto ieri alla gente, ma ieri per me alla fine del primo tempo i migliori sono stati lui e Pussetto. Tanto è vero che addirittura Behrami ieri non è stato costretto a fare il lavorane a centrocampo, perché era libero dal lavoro fatto dagli altri. Allo stato attuale delle cose Velazquez non rinuncia a Behrami, anche se potrebbe, ma Mandragora li non fa il suo gioco naturale".

"De Paul? Sta giocando benissimo a sinistra, anche se lui dice che preferisce giocare da trequartista centrale, e sarebbe più giocatore da giocare centralmente, in modo da avere più spazio. Con Delneri ha giocato di qua e di là. Ma anche ieri ha giocato benissimo in fase di costruzione, qualche dribbling di troppo ma compunque riuscito, ma è anche rientrato anche in difesa. A parte i colpi che fa, quest'anno è la testa che funziona. Anno scorso si lamentava, era inconcludente. Quest’anno davvero un altro giocatore". 

"Si vede che c'è un grande spirito di squadra comunque. I giocatori stanno bene insieme, si aiutano. Chiaro, ora dovremo aspettare le prime sconfitte per vedere come reagiranno".
Argomento Lasagna e la sua astinenza da gol finalmente terminata ieri: "Lasagna ha fatto la stessa fatica nel trovare la via del gol che ha fatto Teodorczyk ieri, perché se sei li da solo isolato la davanti fai fatica".
Infine una battuta sui prossimi avversari della Lazio nel turno infrasettimanale: "La Lazio ha delle individualità che sono incredibili, sicuramente Inzaghi però risparmierà qualcuno in vista del derby. Il derby per loro è troppo importante, quindi sicuramente qualcuno cambierà. L'Udinese qualcuno cambierà sicuramente, ma Velazquez si farà scrupolo a cambiare la formazione, perché capisce che la squadra funziona e anche perché sono solidi e ben organizzati".

SUL PICCOLO SCHERMO

Conferenze stampa

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio