Home / Interviste esclusive / Collavino: il comportamento dell'arbitro è stato irresponsabile

Collavino: il comportamento dell'arbitro è stato irresponsabile

Ha rovinato una bella partita

Collavino: il comportamento dell\u0027arbitro è stato irresponsabile

Una bella partita rovinata da un arbitro inadeguato: questo il commento in casa bianconera dopo il pareggio con la Samp che ha vissuto il momento peggiore nella rissa in occasione del gol di Muriel. Il Dg bianconero Franco Collavino, in merito all'episodio che ha visto protagonisti Danilo e Muriel, ci ha spiegato: ""E' meglio partire da un passo prima e considerare che c'è stato un comportamento irresponsabile anche da parte dell'arbitro. Non ha mai avuto la partita in mano, ha arbitrato come se fosse un esordiente quando invece è un arbitro che ha quasi 10 anni di esperienza tra i professionisti. Si è lasciato sfuggire diverse situazioni tra le quali anche una espulsione che ci stava ad un giocatore della Sampdoria per somma di ammonizioni nel primo tempo, per due falli fatti uno di seguito all'altro, per poi punire in una azione senz'altro dura, ma non certamente da espulsione , De Paul in un momento particolare. Ha condizionato l'intera partita e questo è un peccato perchè era una gara bella, con il pubblico che si stava divertendo e quindi indipendentemente di chi alla fine vinceva, (perchè era l'Udinese in vantaggio ma potevano succedere altre cose) senz'altro la cornice di pubblico era soddisfatto e quindi lo spettacolo era adeguato. Purtroppo è stata rovinata da comportamenti un po' irresponsabili da parte dell'arbitro. A questo sono seguiti degli episodi in cui anche i nostri giocatori hanno esagerato. Gli animi si erano scaldati, ma sono situazioni che succedono anche se nell'immediato finale di partita si sono tutti ricomposti".

Danilo è capitano: va incontro ad una squalifica lunga. Come pensate di intervenire? "Bisogna fare le cose con gradualità. Non so se quella di Danilo sarà una squalifica lunga, dobbiamo lasciare che il giudice sportivo faccia il suo lavoro e poi valuteremo gli atti da fare".

A Milano, adesso, senza De Paul e Danilo: "Ce la giochiamo comunque. Sappiamo che ormai il decimo posto è difficile, ma siamo soddisfatti perchè abbiamo visto che siamo cresciuti di mentalità e questo è il dato più importante anche per il futuro".

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Interviste esclusive