Home / Interviste esclusive / Coda: Oddo e il suo staff a Udine possono fare bene

Coda: Oddo e il suo staff a Udine possono fare bene

L'ex difensore bianconero ha lavorato con Oddo a Pescara

Coda: Oddo e il suo staff a Udine possono fare bene

Andrea Coda, ex difensore bianconero che a Pescara, dove tuttora milita, ha avuto Massimo Oddo come allenatore, ha raccontato in esclusiva per la trasmissione 'Bianconero' su Telefriuli chi è il mister destinato a sostituire Delneri all'Udinese: "E' una persona giovane con tanta voglia di fare. Ha un ottimo staff che lo segue. In B con noi aveva fatto grandissime cose; poi purtroppo nell'anno di serie A non sono arrivati i giusti risultati, anche se avevamo iniziato l'annata in maniera molto positiva. Ha un gioco propositivo, offensivo. Però lavora bene anche sulla fase difensiva perchè lui ha fatto il difensore e nello staff aveva anche Luciano Zauri, che è stato un grande terzino anche lui. Soprattutto per la fase difensiva dava molti consigli ed era molto preparato".

Cosa potrà dare a questa Udinese? Ci sono problemi sia nel reparto arretrato, vedi il gol preso con il Cagliari, e in quello avanzato: "Ho visto il gol preso domenica. E' capitato a volte anche quando c'ero io, ma non è da imputare solo ai quattro o ai cinque di difesa. Il calcio è un gioco di squadra e  sono sempre coinvolti tutti. Sembrano frasi fatte ma è la verità. Non è giusto parlare di un singolo reparto se si prendono tanti gol e allo stesso modo non è giusto, se si sbagliano gol, dare la colpa agli esterni o agli attaccanti. E' un concetto riduttivo. Lavorerei di più su un discorso di quadratura di squadra e di tutte e due le fasi, di attacco e di difesa".

Oddo è giovane e avrà in mano la seconda squadra più giovane della A. Cosa ne pensi? "Quando io ero arrivato a Pescara due anni fa, aveva una squadra molto giovane. C'era solo Campagnaro che aveva fatto la serie A e poi a febbraio ero arrivato io. Può essere anche molto 'ascoltato', perchè ha molta esperienza di gioco in A. Anche Marcello Donatelli, il suo secondo, è molto preparato a livello tattico. Secondo me Oddo a Udine può fare bene, è anche l'ambiente giusto perchè dà modo di lavorare con tanti giovani e credo che lui possa fare bene".

Parlando di Udinese, ti aspettavi di vedere la squadra così in difficoltà dopo 13 giornate ? "No, anche se, non essendoci dentro lo spogliatoio, non so cosa può andare o no. Non parlo a livello di problematiche di spogliatoio, ma di gestione delle singole partite o di episodi che possono incidere nelle singole partite e quindi nel cammino".

Tu hai vissuto l'Udinese 'europea' e quella in crisi. La fase calante adesso però sta durando da 4 anni: "Mi dispiace molto. Io ero arrivato nel 2006, un anno di stallo in cui si fece malissimo. Poi c'è stato il nuovo progetto di tutto, parlo di squadra e di ambiente: è stato stravolto tutto, dal centro sportivo agli spogliatoi. Questo ha ingrandito tutto e ha messo in moto quella che io chiamavo 'una macchina da guerra': quella squadra, tenuta insieme altri due o tre anni magari non vincevi, ma davi sicuramente noia, perchè bastava vedere i giocatori che han venduto: sono ancora nelle squadre più importanti. E' sbagliato fare dei paragoni, quando uno cambia tanto deve anche trovare l'assemblamento giusto. Ma è vero che in quegli anni c'erano 20 giocatori, ma anche chi non veniva impiegato aveva qualità per poter giocare in quel momento in squadre di medio alta classifica in A".

5 Commenti
Duke

Ma basta con queste interviste dell'ovvio per favore! Stramaccioni era l'uomo giusto, idem colantuono, idem iachini, idem delneri...basta! Dichiarazioni assurde per riempire la bocca d'aria. Vonde!

tom4

Ma se nn siamo finiti in B...con Colantuono Iachini o Del Neri....
Per cui diamo fiducia ad un allenatore preparato e giovane! !!

InGinoWeTrust

E adesso rischiamo veramente la B...

Portolago

e cosa deve dire, che è una disgrazia?

Carniamaanordest

Andiamo in b

Sul piccolo schermo

Blog bianconeri

Coppa Italia

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi