Home / Internazionali / Chapecoense: era un aereo da incubo

Chapecoense: era un aereo da incubo

Amputata la gamba al portiere

Chapecoense: era un aereo da incubo

Al portiere della Chapecoense Jackson Follman, tra i superstiti della tragedia aerea e attualmente in terapia intensiva, verrà amputata la gamba destra: la famiglia ha autorizzato i medici dell'Hostpital San Vicente Fundacion a eseguire l'operazione chirurgica.

Intanto i dirigenti del club hanno proposto alle famiglie delle vittime di celebrare un funerale collettivo nello stadio. L'aereo, sembra emergere dalle ultime analisi degli esperti, sarebbe precipitato perché avrebbe superato il suo limite di autonomia di volo. Lacrime e rabbia, per un incidente che poteva essere evitato. Stanno arrivando le prime risposte alle domande sulla tragedia aerea nella quale hanno perso la vita 71 persone, tra cui 20 giornalisti, 8 dirigenti, 17 membri dello staff tecnico e 19 giocatori della Chapecoense, club brasiliano che avrebbe dovuto giocare la finale di Copa Sudamericana contro l'Atletico Nacional. In attese di capire cosa diranno le due scatole nere ritrovate, sono due le cause probabili dello schianto: un guasto elettrico e l'esaurimento del carburante, che potrebbero essere legate. Secondo alcuni media sudamericani dopo aver lanciato un segnale d’emergenza per problemi all’impianto elettrico, il volo 2933 della compagnia Lamia si è visto inizialmente rifiutare la richiesta di atterraggio prioritario e ha esaurito il combustibile nell’attesa di ricevere l'ok per atterrare. Non è un caso, infatti, che al momento dell'impatto l'aereo non sia esploso.

10.00 BORJA ACCUSA - Intanto l'ex attaccante del Livorno Miguel Borja, ora all'Atletico Nacional, ha definito l'aereo "un autentico incubo. Avevamo paura perché si tratta di un aereo minuscolo - ha aggiunto - obbligato a continui scali per il rifornimento di carburante". Un aereo inadatto, che ha spezzato la favola della Chapecoense.

Articoli correlati
6 Commenti
Kos

Personalmente son stato controllore del traffico aereo lavorando a Rivolto alla pattuglia acrobatica.
Vi posso garantire che se un pilota dichiara l'emergenza passa giustamente davanti a tutti e atterra per primo.
Se veramente esiste una soprattassa in caso di richiesta di atterraggio in emergenza, vuol dire che c'è della pazzia.
O si trattava di una compagnia in grave crisi, ma i 160.000 € non pochi rappresentano una cifra incomparabile con la tragedia, o i piloti erano degli incapaci.
Una tragedia dove la demenza umana ha rasentato limiti inavvicinabili

Luc_Brasil

Forse non mi sono spiegato bene. Ho sentito degli esperti in TV qui in Brasile. Il pilota há dichiarato solo all'ultimo che era senza carburante, quando ormai era troppo tardi. Prima aveva dichiarato un "pane elétrico", un guasto elettrico per avere priorita' (c'erano 4 aerei in attesa di atterrare). Il discorso della multa e' riferito al fatto che se il pilota lo avesse ammesso chiaramente fin dall'inizio, poi l'agenzia aérea colombiana avrebbe fatto una indagine e constatato che l'autonomia di volo dell'aereo era di una settantina di kilometri inferiore alla tratta da percorrere (in linea retta, quindi teórica). A quel punto sarebbe scattata (giustamente) una multa salatissima per la minuscola companhia aérea, che sarebbe probabilmente fallita. Purtroppo questa e' l'amara verita'. Da notare che lo STESSO aéreo aveva traportato Messi e l'Argentina a Belo Horizonte per giocare il 10 Novembre la partita contro il Brasile, per il girone di qualificazione a Rússia 2018.

Luc_Brasil

Pare próprio che sia mancato il carburante, visto che l'autonomia era addirittura un poco inferiore al necessário per coprire la tratta. E' bastato un piccolo contrattempo (attesa di autorizzazione all'atterraggio) ed e' accaduta la tragédia. Sembra poi che il pilota (sócio della compgnia LaMia che possedeva solamente questo aéreo di fabbricazione Inglese, fuori produzione dal 2002), non abbia chiesto l'atterraggio di emergenza per non dover pagare una multa salatissima per la mancanza del carburante. Quindi ha parlato genericamente di blackout elettrico, che accade appunto quando i motori smettono di funzionare. E pensare che la Chapecoence há pagato per questo volo charter 500.000 reais (circa 160.000 euro). Il volo poi non era iniziato a San Paolo per problemi burocratici, ma bensi dalla Colômbia.

Allanon

Pazzesco! emoticon

Kos

Lui disporrai di notizie molto più greche delle nostre.
Tienici aggiornati sulle nefandezze che hanno cagionato il disastro.
Qui oramai siamo sulla retorica, plausibile ma retorica

Kos

LUC scusa...

Conferenze stampa

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori