Home / Conferenze stampa / Oddo: dopo nove sconfitte è giusto che la società faccia le sue valutazioni

Oddo: dopo nove sconfitte è giusto che la società faccia le sue valutazioni

Io continuerò a dare il massimo, indipendentemente da messaggi positivi o meno

Oddo: dopo nove sconfitte è giusto che la società faccia le sue valutazioni

Mister Massimo Oddo in conferenza stampa cerca di commentare la gara di oggi: "Cosa è successo? Quando vieni da 9 sconfitte consecutive non hai scusanti. Penso sia un grandissimo problema di testa. Purtroppo subentra la paura, quella tensione che non ti fa giocare, non ti fa osare, andare a cercare il secondo gol. E' un grosso problema mentale. E' più difficile da allenare, sicuramente".

Cosa ha Lasagna? "E' un po' contratto dietro e lo abbiamo levato per evitare rischi".

Senza di lui non si riesce a fare una azione: "Questa è la risposta al problema mentale, quello che ho appena detto io. Nove partite senza vittorie pesano tantissimo. Il secondo gol lo abbiamo preso su angolo: prima che fosse battuto, lo avevo previsto perchè ho visto 4 giocatori in area fermi, che non guardavano, non si muovevano".

Sarà una settimana decisiva la prossima? "Dobbiamo fare punti per sbloccarci e metterci al sicuro. Da dietro arrivano e quindi non possiamo stare a fare calcoli. Le partite sono tutte importanti, dobbiamo fare punti".

Quanti punti servono per stare in A? E' vero che era ad un passo dalla panchina del Cagliari? "La quota salvezza non so, forse tre/quattro punti se oggi le concorrenti perdono. Ma dipende anche da noi e dalla gara con il Crotone. Con il Cagliari c'è stato un contatto ma il Cagliari poi ha fatto un'altra scelta e ha avuto ragione".

Ha parlato con la proprietà? Continuerete il ritiro? "Indipendentemente dalle rassicurazioni o meno, io continuerò a fare il mio lavoro finchè sono qui. E' giusto che la società dopo nove sconfitte faccia le sue considerazioni. Anche io sto facendo le mie, riguardo a questo momento. Il ritiro? Non so. Evidentemente non ha funzionato, visto che abbiamo perso. Secondo me non serve a nulla, forse è anche deleterio. In momenti di difficoltà serve stare a casa con la famiglia. Ma se la società decide che deve continuare, lo faremo".

SUL PICCOLO SCHERMO

Blog bianconeri

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio