Home / Conferenze stampa / Delneri: domani è una gara fondamentale

Delneri: domani è una gara fondamentale

Il mister alla vigilia

Delneri: domani è una gara fondamentale

Vigilia particolare per mister Delneri, quella che precede la gara contro la Sampdoria. I motivi sono molti. L'Udinese, soprattutto, è attesa ad una immediata riscossa: "Intendiamo fare bene come si voleva in tutte le ultime partite. Domani è una gara fondamentale, contro una squadra in un momento di forma psico fisica importante. Ma noi dobbiamo giocare con la mente sgombra e la voglia di fare risultato. Questo darebbe linfa e energie positive".

Come avete vissuto la settimana? "Non è stata particolarmente buona dopo le tre sconfitte. Ieri abbiamo fatto un allenamento più ludico per stemperare un po' tutto, avere la mente sgombra. I ragazzi stanno abbastanza bene, a parte i lungodegenti. Psicologicamente è stata una settimana proficua, siamo stati assieme, è stata una settimana molto buona".

La mente deve essere sgombra anche per lei. L'idea di giocare con la difesa a quattro: è sicuro? "Sì, perchè penso che non sia questione di numeri o di moduli. La squadra deve avere una organizzazione di gioco che va al di là dei moduli. Non cambia nulla su ciò che ho fatto in questo anno di lavoro. A me interessa che la squadra sia organizzata, non cambio l'assetto tattico del campo".

De Paul e Lasagna a piedi invertiti? "E' una cosa che ci può stare. Bisogna lavorare, essere predisposti al sacrificio, avere aggressività. Il calcio è fatto però anche per la qualità tecnica dei giocatori. Hanno dimostrato di poter coesistere anche bene".

Perica è pronto? "Si è alternato in allenamento. Non è pronto, ma vediamo se poterlo utilizzare in corso o meno".

Ci saranno Quagliarella e Zapata contro: "Zapata non deve dimostrare, ha già dimostrato qui quanto vale. Sta dimostrando che non ci eravamo sbagliati. Sono due punte che si completano a vicenda: sarà un bel banco di prova per la mia difesa, che deve essere concentrata. La squadra che affrontiamo domani sa stare in campo, sarà una partita abbastanza intensa. Contiamo di riprendere il nostro cammino con una prestazione giusta".

Ci saranno duemila tifosi in più grazie all'Auc: "E' importante il rapporto con i tifosi. Penso che ci daranno una grande mano, contiamo su di loro. Questo binomio è quello che ci deve dare forza per andare avanti.So che il loro appoggio non è mai mancato. Sono delusi, come noi, ma sanno che questo abbinamento sarà importante. Abbiamo un pubblico fantastico, perchè è attaccato ai colori, Udine rappresenta un polo importante. Credo siano delusi, da tifosi, vorrebbero la squadra più presente. Dobbiamo farci amare di più, lo meritano".

La Sampdoria ha un anello debole? "Ne ha pochi. Ma ne ha. E non ve li dico. Dovremo sfruttare quello che loro ci potranno concedere, avere i nervi saldi e la forza delle proprie idee. Noi faremo il nostro dovere per raggiungere il massimo obiettivo, giocando con attenzione e applicazione".

Hallfredsson ce la fa? "Vediamo oggi, ieri ha fatto poco, si è mosso leggermente sul campo. Tutti sono utili per dare una mano".

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio