Home / Comunicati stampa / Udinese: raggiunta l'intesa con l'Agenzia Regionale delle Entrate

Udinese: raggiunta l'intesa con l'Agenzia Regionale delle Entrate

In relazione alla verifica tributaria condotta dalla GdF di Udine

Udinese: raggiunta l'intesa con l'Agenzia Regionale delle Entrate

L'Udinese Calcio S.p.a. comunica di aver raggiunto un'intesa con l'Agenzia Regionale delle Entrate, in relazione alla verifica tributaria condotta dalla Guardia di Finanza di Udine, conclusasi nel giugno 2016. L'accordo - mediante l'istituto dell'accertamento con adesione - consente di evitare i costi, l'incertezza e l'alea di un lungo contenzioso, stabilendo consensualmente e in maniera definitiva quanto dovuto all'amministrazione finanziaria in più rispetto a quanto già corrisposto a titolo di imposte, nel periodo di riferimento, per una serie di operazioni sportive che hanno condotto, in questi anni, a notevoli risultati del conto economico aziendale, con conseguente importante gettito fiscale a beneficio delle casse dello Stato. In tal modo, si ritiene che che di fatto vengano meno i presupposti delle contestazioni penali collegate agli aspetti tributari, fermo restando che l'Udinese Calcio S.p.a ritiene di aver agito sempre in piena legittimità e in perfetta buona fede.

La proprietà, in particolare, rappresenta che si è determinata a definire la vicenda in questo modo proprio per evitare ai propri amministratori e ai propri dirigenti contestazioni che, per quanto infondate, avrebbero recato agli stessi il patema e la sofferenza di anni di contenzioso. Al termine di questa vicenda, si deve peraltro rimarcare come - dalla fine degli anni '80 del secolo scorso - l'Udinese Calcio S.p.a. sia stata oggetto di un monitoraggio fiscale continuo, che si è accavallato al rilevante e costante gettito tributario generato dall'attività sportiva. Anche per effetto del coacervo di normative fiscali opache vigenti nel nostro paese, la società ha così dovuto affrontare periodici e gravosi oneri straordinari per fronteggiare pretese sempre crescenti, che danno la sensazione di interpretare il mondo del calcio come una mera fonte di liquidità e non una realtà sportiva ed economica da tutelare nell'interesse generale.

19 Commenti
fulviofellet

Che poi non serve essere dei fenomeni per capire qual e' l'oggetto del contendere .......e chi ha ceduto realemnte un immobile per un importo inferiore a quello catastale ( in tempi di crisi) .........lo sa benissimo su cosa verteva l'accertamento

fulviofellet

E' con gioia che vedo tanti post intrisi di sana educazione civica..................solo una cosetta pero'..........non e' che per caso negli ultimi 25 anni ..............no non puo' essere.........nemmeno lo scrivo emoticon

selmosson

mandi, io non so e da quello che scrivono i giornali non si capisce , ma non vorrei che l'udinese , come tante altre aziende , hanno aderito ad un accordo tombale che sana qualsiasi possibile pendenza del passato pagando una somma una tantum .. non credo siano tutti quei soldi che ho visto scritto , ma la cifra è enormemente inferiore e dipende dal giro di affari ..

semedela

non ci sono condoni tombali in corso

selmosson

mandi , avranno fatto quello che hanno fatto tanti altri sportivi , tipo rossi e compagnia .. se sei un lavoratore dipendente o pensionato paghi tutto ed invece gli altri .. emoticon

semedela

da quel che ho capito hanno fatto un accordo in merito alle accuse mosse loro dall'agenzia delle entrate. quindi eventuali altre mancanze o infrazioni non sono contemplate. non è un accordo tombale. più che altro mette al riparo da procedimenti penali. ma solo per quelle infrazioni specifiche

InGinoWeTrust

"...tra ipotesi di esterovestizione, fatture per operazioni inesistenti e costi indeducibili, nel periodo 2009-2014,....."
Rendiamoci conto della "presunta" persecuzione in atto, poverini!!!!

miki

per correttezza, sono state accertate che non esiste nessuna fatturazione per false operazioni. Unico motivo di controversia è il valore delle transazioni.... e su tale argomento l'esito di una controversia è sempre incerta, salvo che si tratti di immobili... il valore di calciatori è molto soggettivo, pertanto determinare un valore di mercato di un calciatore in una stima in una causa è sempre discutibile e rischioso sia per lo stato che per la società. In questi casi è giusto aver trovato un accordo

semedela

io questo comunicato lo condivido poco. le norme fiscali opache ci sono ma esistono per tutti. al gettito tributario contribuiscono tutti, specialmente chi non ha sede in Lussemburgo ed è controllato dalle cayman. qualsiasi attività è una realtà economica che merita rispetto. la ditta individuale di una donna delle pulizie vale allo stesso modo di una spa calcistica. perché è un lavoro che produce gettito fiscale secondo le proprie possibilità. se la signora in questione paga il 100% dei tributi da lei dovuti, non vedo perché debba essere di interesse generale inferiore ad un eventuale società di calcio che invece distrae le tasse con metodi dubbi. alla fine se dagli anni 80 ci sono state numerose verifiche fiscali un motivo ci sarà pure. anche perché le stesse verifiche non hanno dato sempre esito negativo. e un motivo ci sarà pure se hanno fatto un accordo con l'agenzie delle entrate. se nulla dovevano nulla avrebbero dato.

Allanon

Completo e preciso. Una stilettata alle chiacchiere.

barpawer

Sappiamo bene che qualsiasi società in Italia che viene controllata qualcosa si trova, dalle più grandi alle più piccole, chi più chi meno, è inutile in questo caso fare il purista che proprio non ti viene bene...

Bintar62

Siamo sicuri? So di diverse società dove la GDF non ha trovato niente.

semedela

purista sarà tua sorella. io ho fatto un commento al comunicato. non all'accertamento. e da uno che si esalta per atti mafiosi non accetto critiche

barpawer

Niente è praticamente impossibile, magari poco e han chiuso un'occhio...

Portolago

e quindi... quanto devono cacciare?

nathan

11.5 milioni circa, così disse il messaggero

John

Il De bello gallico é scritto in maniera semplice e chiara perché vuole e deve sembrare vero e realistico. Il comunicato qui sopra, magari anche rappresentando il vero, pare distante e irrealistico... E qualche dubbio lo fa venire

lepre scatenata

Dichiarazioni disgustose: troppi accertamenti? Cosa dovrebbe fare la Gdf? Chiudere un occhio?

barpawer

Per le società sopra un certo fatturato gli accertamenti dovrebbero essere costanti, ma così non è per tutti...

Sul piccolo schermo

Conferenze stampa

Altri mondi

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Vita da Club