Inler: che emozione tornare a Napoli

Con il Besiktas per la sfida di Champions

Inler: che emozione tornare a Napoli

18/10/2016

Gokhan Inler torna a Napoli e avvisa gli ex compagni. "Sono emozionato, ma in Champions ogni partita è diversa e noi siamo venuti per fare punti anche se sappiamo che il Napoli gioca un bel calcio ed è la favorita del girone - ha spiegato in vista della sfida di Champions -. Vogliamo dimostrare il nostro valore". Il tecnico del Besiktas tiene invece un profilo più basso. "A Napoli giocheremo la gara più dura del gruppo", ha dichiarato Gunes. Inler tornare a calcare il terreno di gioco del San Paolo e non può scordare quattro anni trascorsi in azzurro. "Sono molto emozionato e sono contento di essere qui in questo stadio - ha spiegato -. Ma sono sereno, domani sarà una gara molto dura". "Ho tanti ricordi di Napoli, soprattutto della Champions giocata qui - ha aggiunto -. Ho un bel ricordo della città e dei tifosi. Quando sei napoletano una volta, lo resti per sempre". "Siamo venuti qui per vincere - ha concluso Inler -. Ma dobbiamo stare attenti al Napoli".

Più cauto invece il tecnico Gunes: "Il Napoli è la squadra più forte del girone, è in vetta, giocheremo la gara più difficile, ma proveremo a fare risultato". Poi ancora sulla partita e sull'avversario: "Il Napoli è decisamente forte, sanno coprire bene il campo, hanno attaccanti forti, concreti, ma credo giocheremo bene perché è la partita più tosta del girone". Al centro dell'attacco azzurro non ci sarà Milik, ma Gunes non si fida comunque della banda di Sarri: "Milik è un giocatore molto bravo, ma hanno comunque giocatori come Mertens che è molto tecnico, Hamsik aiuta l'attacco, loro sono forti anche sugli esterni". Poi su Aboubakar: "Finora non ha segnato, ci aspettiamo che segni. Nell'ultima gara abbiamo cambiato, ogni partita facciamo delle modifiche, ma vedrete domani come ci schiereremo...".