Home / Calciomercato / Roma, passi avanti per Cristante: Monchi ha il sì del giocatore

Roma, passi avanti per Cristante: Monchi ha il sì del giocatore

Contratto di 5 anni

Roma, passi avanti per Cristante: Monchi ha il sì del giocatore

In silenzio, nell’oscurità del mercato, si sente il rumore di un altro passo verso la meta: Bryan Cristante è ormai vicinissimo alla Roma. La Lazio è uscita di scena dalla trattativa, dopo l’esclusione dalla Champions League, mentre la Juventus si è mossa con l’Atalanta ma sembra meno decisa a tirare fuori la penna dal taschino. Monchi invece si è portato avanti nelle negoziazioni comportandosi con grande correttezza nei confronti del club, che comunque deve ancora incontrare per vidimare l’intesa. A differenza dello scorso anno però, quando la Roma si vide beffare dal Milan che aveva firmato un’intesa con Kessie, ha strappato anche il sì di Cristante: è pronto un contratto di cinque anni a circa 2 milioni netti a stagione comprensivo di bonus, circa il triplo dello stipendio che il giocatore prendeva a casa Percassi.

CIFRA - A Bergamo, dove erano partiti da una valutazione di 35 milioni, hanno abbassato le richieste: si può chiudere per un prezzo complessivo di 26 più i bonus, con l’inserimento di un calciatore nella trattativa che limiti l’esborso di denaro liquido da parte della Roma. I nomi in ballo sono tre: il centrocampista Gerson, che Gasperini è sicuro di poter rilanciare dopo un biennio non semplice a Trigoria, e gli attaccanti Defrel e Tumminello, che per ragioni diverse non rientrano nei piani di Eusebio Di Francesco. Tocca all’Atalanta scegliere, sapendo che in tutti e tre i casi si tratterebbe di un prestito con diritE’ vicina alla svolta la trattativa per uno degli italiani più richiesti. L’Atalanta cerca un jolly in attacco Il francese via solo in prestito to di riscatto (ma nel caso di Tumminello, valido prodotto del vivaio, la Roma vuole il controriscatto). Soprattutto per Defrel la condizione del prestito, almeno formale, è decisiva: pagato 23 milioni un anno fa, dopo un anno terribile tra infortuni e delusioni, non potrebbe essere svenduto per non sovraccaricare il bilancio di una minusvalenza.

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio