Home / Calcio / Zenga alla Gazzetta dello sport: Meret colpisce

Zenga alla Gazzetta dello sport: Meret colpisce

L'ex portiere rinnova la stima nel friulano

Zenga alla Gazzetta dello sport: Meret colpisce

Protagonista della rubrica 'A tu per tu' sulla Gazzetta dello sport oggi è Walter Zenga, tuttora detentore del record d’imbattibilità di un portiere in un solo Mondiale con 518 minuti. Già recentemente Zenga aveva espresso il suo apprezzamento per Meret e lo ha ribadito alla rosea: "Ci sono scuole cresciute, tipo quella brasiliana: Alisson è un fenomeno, ma anche Ederson non è male. Però la scuola italiana resta la migliore, sì: un nostro portiere in un campionato estero non ha mai problemi, mentre non è sempre vero il contrario. Senza aggiungere nulla su Buffon e Donnarumma — si è già detto tutto — penso a quanti ne abbiamo: tanti più degli altri. Penso al ricambio: ai progressi di Perin, alla personalità di Cragno, al talento di Meret. Ma anche alla regolarità: dunque a Sirigu, che gioca ad alti livelli da anni".

Donnarumma, Perin e Sirigu: Mancini non ha dato la sua gerarchia. Ci prova lei? "No, la lascio a Roberto. Però lo interpreto, e quando dice che ha ancora qualcuno di interessante da testare credo si riferisca a Meret. Visto dal vivo, impressiona: presenza fisica, dominio dell’area, personalità, freddezza, tecnica. Ha tutto".

SUL PICCOLO SCHERMO

Blog bianconeri

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Interviste esclusive